Cerca
Close this search box.
Cosa fare a Lisbona

Cosa fare a Lisbona: 15 esperienze da non perdere

1. Salire al Castello di São Jorge e ammirare la città dall’alto

Godendo la vista dal Castelo di Sao Jorge
Godendo la vista dal Castelo di Sao Jorge

Se potessi vedere solo una cosa a Lisbona, senza dubbio questa cosa non potrebbe essere altro che la zona di Alfama e il Castello di San Giorgio. Questa zona rappresenta per me l’essenza della capitale portoghese.

Salire al castello da qualsiasi punto, attraverso le scalinate di Alfama, le strette strade di Mouraria e i pittoreschi vicoli della zona di “Castelo de São Jorge”, è un’esperienza unica.

Il Castello di São Jorge si trova nel quartiere di Alfama, uno dei migliori quartieri dove dormire a Lisbona. Posizionato sulla cima di una delle sette colline di Lisbona, il Castello de São Jorge è stato trasformato più volte nella sua storia, accogliendo diverse figure della storia portoghese. 

Questo monumento nazionale occupa un’area di 40.000 metri quadrati e comprende il castello, le rovine del Palazzo della Cittadella (Paço da Alcáçova ), la Piazza d’Armi, un ampio punto panoramico sulla città, un centro archeologico, i giardini e una serie di mura.

La costruzione difensiva che vediamo oggi è stata eretta dai Mori nel XI secolo. Il castello, con la sua pianta quadrangolare, dispone 10 torrette  esterne e una torre al centro del muro interno che separa i due pátios de armas.

Dal castello, puoi godere di panorami spettacolari sulla città e sul fiume Tago dall’iconico Belvedere. Anche con il cielo nuvoloso, le viste, soprattutto al tramonto, sono mozzafiato.

Il castello è aperto tutto l’anno, ma nei mesi invernali (novembre-febbraio) chiude alle 18:00. Per evitare le code per i biglietti e per comprendere meglio la storia di questo magnifico castello, ti consiglio di prenotare una visita guidata.

2. Vedere il Mosteiro dos Jerónimos e la Torre de Belém

La Torre di Belém all'ora del tramonto
La Torre di Belém all'ora del tramonto

Due altri monumenti che riflettono la storia del paese dei grandi esploratori che è stato il Portogallo sono la Torre di Belem e il Monastero di San Jeronimo, entrambi dichiarati patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dagli anni ’80. Si trovano nel quartiere di Belém e sono una tappa obbligata se visiti Lisbona per la prima volta.

Il Monastero dos Jerónimos, o Monastero di San Geronimo, è un capolavoro dell’architettura manuelina, uno stile portoghese del tardo Gotico, costruito agli inizi del XVI secolo per commemorare il ritorno di Vasco da Gama dal suo viaggio in India.

Finanziato da una tassa sui profitti delle Armate portoghesi dell’India, il monastero ha una storia interessante ed è davvero una attrazione che merita una visita. Sia la sua parte esterna con i giardini e la fontana, che il suo interno con dettagli decorativi elaborati, colonne intagliate e una grande navata, sono davvero impressionanti.

Il monastero ospita anche le tombe di Vasco da Gama e del poeta Luis de Camões. Se prevedi di visitare San Geronimo, potresti acquistare il tuo biglietto online.

Dopo una visita al Monastero, organizzati per vedere la Torre di Belem un po’ prima dell’ora del tramonto. Anche questa torre è una struttura difensiva situata sulle rive del fiume Tago, costruita nel XVI secolo.

La torre serviva come punto di difesa strategico all’ingresso del porto di Lisbona. La sua architettura mescola stili gotici, rinascimentali e moreschi, riflettendo la ricchezza delle esplorazioni portoghesi.

All’interno, troverai diverse sale, inclusa la sala delle armi, e puoi salire sulla terrazza per ammirare una vista panoramica su Lisbona. All’ora del tramonto, approfitta per fare una passeggiata sul lungomare di Belem.

Per evitare di fare la fila all’ingresso della Torre di Belem, potresti acquistare il tuo biglietto online.

3. Visitare il Museu Nacional do Azulejo

Gli Azulejos di Lisbona
Gli Azulejos di Lisbona

Avrai sicuramente visto vari “azulejos” sulle pareti, sui pavimenti e persino sui tetti di Lisbona. Sono piastrelle di ceramica smaltata, tradizionalmente dipinte di blu e bianco, che sono diventate una caratteristica distintiva dell’architettura portoghese.

A Lisbona, queste piastrelle decorano chiese, palazzi, stazioni ferroviarie e altri edifici. Però è diverso ammirare dei capolavori artistici realizzati con queste piastrelle in un museo. 

Visitare il Museo Nazionale dell’Azulejo, dedicato all’arte di queste tradizionali piastrelle di ceramica smaltata, è una delle cose che puoi fare solo a Lisbona.

Il museo ospita una vasta collezione che copre diversi periodi storici, offrendoti l’opportunità di comprendere l’evoluzione di questa forma d’arte nel corso dei secoli.

Se ti interessa immergerti nella storia e nella bellezza di questa espressione artistica portoghese, potresti prenotare il tuo biglietto online.

4. Ascoltare la musica Fado dal vivo

Casa de fado, Alfama
Casa de fado, Alfama

Non è una musica che piace a tutti a causa della sua tristezza, ma una serata di Fado è ancora un imperdibile elemento della cultura lisbonese. In altre parole, non puoi visitare il Portogallo senza vivere l’esperienza del Fado.

Si tratta di un genere musicale particolare,  caratterizzato da melodie malinconiche e versi sui temi della nostalgia e l’amore non corrisposto. Le performance di Fado sono spesso intense, con il cantante o la cantante (noto/a come fadista) accompagnato/a dalla chitarra portoghese.

A Lisbona, puoi ascoltare il Fado nelle “casas de fado”. Questi sono locali notturni o ristoranti che offrono spettacoli dal vivo di Fado durante la cena o in serate dedicate. Tieni però in considerazione che durante le esibizioni di fado è considerato poco educato disturbare gli artisti parlando.

Alcune delle zone più famose per godere del Fado includono Alfama, Mouraria e Bairro Alto. Tra i locali storici di Fado a Lisbona ci sono “A Tasca do Chico” a Bairro Alto e il “Clube de Fado” ad Alfama.

5. Salire sull’Elevador de Santa Justa

Elevador de Santa Justa, Lisbona
Elevador de Santa Justa, Lisbona

Lo vedrai spuntare da diverse parti del centro storico di Lisbona e quando ti avvicini, noterai anche le lunghe file per entrare. Questo perché l’Elevador de Santa Justa non è un semplice ascensore, ma un’opera architettonica e ingegneristica iconica di Lisbona.

Chiamato anche Elevador do Carmo, il famoso ascensore collega il quartiere Baixa al quartiere Bairro Alto. In passato, era un mezzo di trasporto pubblico utilizzato dai residenti, ma oggi è diventato una famosa attrazione turistica, offrendo al pubblico una vista panoramica spettacolare sulla città di Lisbona.

Costruito nel 1902, l’Elevador de Santa Justa è uno dei pochi ascensori verticali del suo genere al mondo che utilizza un sistema di contrappesi ed è accessibile al pubblico.

Grazie alla sua struttura in ferro battuto e acciaio in stile neogotico molto elegante, l’Elevador di Santa Justa è diventato un simbolo della città e una testimonianza del periodo di espansione industriale.

Nonostante le file, vale la pena salire per ammirare i tetti rossi, i vicoli acciottolati e il fiume Tago dall’alto. Inoltre, dal ponte di osservazione sopra l’ascensore avrai una vista spettacolare del Castelo de São Jorge e della Rua de Santa Justa.

6. Assaggiare il pastel de bacalhau e il pastel de nata

Pastel de bacalhau
Pastel de bacalhau

Se c’è qualcosa che dovresti assolutamente provare a Lisbona, è il “pastel de nata”. Questo celebre dolce portoghese è un piccolo pasticcino con pasta sfoglia croccante, ripieno di una crema a base di uova, farina, zucchero e latte.

Di solito, la crema è aromatizzata con cannella e vaniglia, e il pastel de nata viene spesso servito con una spolverata di zucchero a velo e cannella. Questo delizioso dolce è diventato un simbolo culinario del Portogallo, tanto da essere incluso nella lista delle 50 migliori cose da mangiare al mondo secondo il Guardian nel 2009.
Il Pastel de Nata, conosciuto anche come Pastel de Belem, ha origini nel Monastero dos Jerónimos a Belem, Lisbona, creato originariamente dai monaci. Tuttavia, nel 1834, il monastero fu chiuso, e la ricetta fu venduta a una fabbrica di zucchero.

Se vuoi assaporare questa delizia, ti consiglio di visitare la storica pasticceria Pasteis de Belem, dove puoi gustare uno degli esempi più autentici. Inoltre, il pastel de nata è anche un ottimo souvenir da portare a casa da Lisbona se ti chiedi cosa comprare a Lisbona. 

Un’altra delizia che dovresti assolutamente assaggiare è il “pastel de bacalhau”. Questo tipico street food portoghese è una crocchetta fatta con baccalà, patate, cipolle e prezzemolo. Nonostante il mio solito disinteresse per il pesce, ho apprezzato il pastel de bacalhau per la sua croccantezza e il sapore delicato.

7. Godere della vista sulla città dal Miradouro de São Pedro de Alcântara

Miradouro de São Pedro de Alcântara, Lisbona
Miradouro de São Pedro de Alcântara, Lisbona

In una città con così tante colline come è Lisbona, è normale trovare diversi punti con viste panoramiche spettacolari. Lisbona vanta vari miradouros (punti panoramici) con una vista aperta, dove puoi prendere un bicchiere di vino e goderti il paesaggio mentre ascolti i musicisti di strada che si esibiscono.

Uno di questi luoghi che mi è particolarmente piaciuto è il Miradouro de São Pedro de Alcântara. Situato nel quartiere di Bairro Alto, è uno dei punti panoramici più belli di Lisbona. Offre una vista mozzafiato sulla città e sul Castelo de São Jorge.Il miradouro è posizionato su una terrazza a forma di semicerchio, circondata da giardini con la statua di São Pedro de Alcântara al centro.

La statua raffigura il frate francescano Pedro de Alcântara ed è circondata da panchine e spazi da dove puoi ammirare i tetti rossi di Lisbona, le strette stradine del quartiere Alfama e il fiume Tago. Senz’altro, uno dei momenti più spettacolari per godersi la vista è al tramonto.

8. Esplorare il Museo Calouste Gulbenkian

La collezione di Calouste Gulbenkian
La collezione di Calouste Gulbenkian

Non so ancora cosa mi ha colpito di più: la storia di Calouste Gulbenkian, la sua collezione d’arte o il giardino del museo. So solo che visitare il museo Gulbenkian è un’esperienza imperdibile.

Calouste Gulbenkian era un imprenditore, noto anche come il Signor 5 %, collezionista d’arte e filantropo nato nel 1869. È famoso per la sua vasta collezione d’arte e per il suo sostegno alle arti e alle scienze.

La collezione di Calouste Gulbenkian, ora ospitata nella Fondazione Calouste Gulbenkian a Lisbona, è eclettica e comprende opere d’arte da diverse epoche e culture. Include pezzi provenienti dall’antico Egitto, opere d’arte orientale, manufatti greco-romani, dipinti di maestri europei come Rembrandt, Turner e Monet, oltre a mobili e oggetti d’arte decorativa.

Il Museo Calouste Gulbenkian a Lisbona è aperto dal 1969 e dispone una straordinaria collezione di oltre 1.000 oggetti. Oltre alle opere d’arte, il museo ha spazi per concerti, conferenze e altre attività culturali.

Il Giardino della Fondazione Calouste Gulbenkian, costruito negli anni ’60, è famoso per l’architettura paesaggistica moderna in Portogallo. È un ottimo posto per rilassarsi tra gli alberi e i ruscelli. Spesso ci sono eventi interessanti, alcuni programmati e altri spontanei.

9. Fare un giro della città con il tram

Arco da Rua Augusta, Lisbona
Arco da Rua Augusta, Lisbona

A Lisbona ci sono ancora i tram tradizionali, riconoscibili per il caratteristico colore rosso e giallo, che costituiscono una parte iconica del trasporto pubblico e del panorama cittadino.

Benché la metro sia ampiamente utilizzata per spostarsi nei quartieri della città, il tram, soprattutto il Tram 28, è famoso per il percorso che attraversa molti dei quartieri storici di Lisbona, tra cui Graça, Alfama, Baixa e Estrela.

Il tram 28 unisce Martim Moniz con Campo Ourique. La sua rotta serpeggiante attraverso le strette stradine collinari offre un affascinante modo di scoprire la città.

Oggi il tramvia è diventato una popolare attrazione turistica, il che comporta spesso lunghe attese. Tuttavia, viaggiare in tram, che è il simbolo della città di Lisbona, rimane un’esperienza tipica che non puoi perdere.

10. Ordinare il “prato do dia” in una "tasca" locale

Un tipico menu del giorno
Un tipico menu del giorno

Le “Tascas” rappresentano i luoghi migliori per assaporare la cucina locale in Portogallo. Si tratta di osterie o taverne tradizionali, dove puoi gustare autentici piatti locali e immergerti nell’atmosfera della cultura gastronomica portoghese.

Questi locali tipici sono spesso di dimensioni ridotte e hanno un’atmosfera informale. Non sono soliti comparire nelle guide turistiche, e talvolta non offrono nemmeno un menu in inglese.

Tuttavia, offrono deliziosi piatti tipici della cucina portoghese a prezzi molto convenienti. Entrare in una “tasca” e ordinare il “prato do dia” è un’esperienza da provare. Dopo aver apprezzato l’eccellente rapporto qualità-prezzo, potresti non voler mangiare in altri tipi di locali.

11. Esplorare LX Factory

Libreria "Ler Devagar", LX Factory, Lisbona
Libreria "Ler Devagar", LX Factory, Lisbona

Si trova nel quartiere di Alcantara, proprio sotto il Ponte 25 de Abril, uno dei punti più iconici di Lisbona. Anche se un po’ distante dal centro, LX Factory è un’area culturale e creativa che va assolutamente esplorata.

Ricavata da una serie di edifici industriali dismessi, originariamente parte di una fabbrica tessile, LX Factory ospita una cinquantina di negozi, tra cui studi d’arte, gallerie, negozi di design, ristoranti, bar e spazi per eventi culturali.

L’area conserva ancora l’atmosfera industriale dei suoi edifici originali, ma è stata trasformata in un luogo vivace e dinamico che è diventanto un punto di incontro per la comunità creativa di Lisbona.

Per me, uno dei suoi punti più affascinanti è la libreria Ler Devagar, che si trova di fronte alla cioccolateria Landeau Chocolate. Sul sito di LX Factory, troverai ulteriori informazioni sugli eventi che si tengono frequentemente.

12. Comprare souvenir al Mercatino di Santa Clara

Una domenica al Mercatino delle pulci di Santa Clara
Una domenica al Mercatino delle pulci di Santa Clara

Il mercato delle pulci più famoso di Lisbona si chiama “Feira da Ladra” ed è immortalato nella poesia del cantautore portoghese Sérgio Godinho.

Il mercatino di Santa Clara ha le sue origini già nel XVII secolo, epoca in cui fu menzionato per la prima volta. Si tiene ogni martedì e sabato, dall’alba al primo pomeriggio, nella piazza Campo de Santa Clara (vicino al Pantheon Nazionale).

Qui troverai un sacco di prodotti e curiosità, dalle ceramiche, gli azulejos e altri oggetti artigianali, fino a oggetti d’antiquariato, vestiti vintage, libri, monete, mobili ed altro ancora. Non è solo un posto per comprare souvenir, ma anche per incontrare gente e prendere un caffè, soprattutto di sabato.

Il mercatino delle pulci di Santa Clara è un’esperienza da non perdere.

13. Prendere il traghetto da Cais do Sodré per visitare Cacilhas

Cais do Sodré, Lisbona
Cais do Sodré, Lisbona

Se hai tempo e vuoi scoprire gli angoli meno conosciuti di Lisbona, puoi prendere il traghetto da Cais do Sodré per Cacilhas. Cacilhas è una piccola città sulla sponda meridionale del fiume Tago, nota per il pesce fresco che viene grigliato in quasi tutti i suoi angoli.

Prova il pesce e la birra in uno dei pub della Rua Cândido dos Reis oppure mangia al Ponto Final per avere una vista dall’altro lato del fiume. Cacilhas potrebbe non essere la parte più pittoresca di Lisbona, ma attraversare il fiume ti offrirà viste spettacolari delle zone più turistiche della città.

Inoltre, la sera, passeggiare e sedersi su una panchina a Cais do Sodré è un’esperienza tipicamente lisbonese che non puoi perdere.

14. Rilassarsi nel Jardim Botânico

Il Giardino Botanico di Lisbona nel quartiere di Principe Real
Il Giardino Botanico di Lisbona nel quartiere di Principe Real

Un’oasi verde di circa 70.000 metri quadrati, quasi invisibile dalle strade circostanti, il Jardim Botânico Tropical si trova nel quartiere di Principe Real ed è una gemma della città che risale alla fine del XIX secolo.

Il giardino è diviso in diverse sezioni, tra cui un palmeto, un frutteto tropicale e una collezione di piante medicinali. Qui potrai passeggiare in mezzo a piante tropicali e subtropicali provenienti da tutto il mondo. Vedrai diverse palme, piante di orchidee, bambù e tanti alberi sconosciuti. Potrai sederti su una panchina accanto al laghetto per leggere il tuo libro.

Oltre alle sue collezioni botaniche, il Jardim Botânico Tropical ospita anche numerosi edifici storici, tra cui un palazzo che un tempo fungeva da residenza per la famiglia reale portoghese.

Inoltre, il giardino ospita mostre molto interessanti di scultori moderni, le cui opere trovano il loro habitat tra le piante del giardino.

15. Esplorare Lisbona via terra e via fiume

Se non hai molto tempo a disposizione e preferisci fare un tour unico, ti consiglio di fare un giro speciale della città di Lisbona a bordo di un veicolo anfibio.

Con questo veicolo, potrai attraversare le vivaci strade e piazze della città e poi ti immergerai nel fiume Tago per avere una prospettiva diversa di tutti i siti di interesse.

Di solito, non sono una grande fan dei tour, ma scegliendo il tour anfibio vivrai un’avventura piena di risate e ricorderai la città di Lisbona per sempre.

* In questo post potrebbero esserci link di affiliazione a Booking o altri siti. Ciò non cambia nulla per te, ma per me significa molto in quanto mi offre la possibilità di mantenere vivo questo blog.

Picture of Aspasia Kakari

Aspasia Kakari

Mi chiamo Aspasia e sono Greca. Sono nata in un’isola ma ho vissuto in diversi paesi del mondo. Amo viaggiare per il piacere di viaggiare. Per conoscere culture diverse, imparare nuove cose, vedere il mondo in un modo differente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *