Cerca
Close this search box.
Cosa fare a New York

Cosa fare a New York: 10 tappe imperdibili

Scegliere cosa fare in una città piena di attrazioni come New York non è affatto facile. Ci sono talmente tante cose interessanti da vedere e da sperimentare che non vuoi nemmeno andare a dormire per paura di perdere tempo. O come meglio lo descrive Simone de Beauvoir: “C’è qualcosa nell’aria di New York che rende il sonno inutile”.

In ogni caso, anche in questa città super affascinante, ci sono delle tappe imperdibili per chi la visita per la prima volta. Certo, la scelta dipende tanto dai gusti personali, ci sono però certe attrazioni che vanno comunque visitate a prescindere. Ecco allora il mio top 10 di esperienze che devi avere una volta che decidi di visitare la “città delle città”.

New York a 360° dalla Torre della Libertà (One World Observatory)

Se cerchi un posto dove alloggiare a New York, scegli un alloggio nel quartiere che meglio si adatta alle tue esigenze.

Se hai bisogno di un itinerario per poter incastrare tutte le attrazioni di New York in soli 3 giorni, leggi come puoi pianificare un lungo weekend nella Grande Mela.

1. Vedere la città dall'alto

A New York, ci sono migliaia di punti panoramici per godere uno dei più affascinanti skyline del mondo.
A New York, ci sono migliaia di punti panoramici per godere uno dei più affascinanti skyline del mondo.

Una città famosa per il suo skyline distintivo, caratterizzato da grattacieli iconici come l’Empire State Building, l’One World Trade Center o il Chrysler Building, non può che essere affascinante vista dall’alto.

Questo almeno pensavo prima di vedere New York per la prima volta. Una volta trovata di fronte alla sua vastità e alla sua diversità architettonica, però, non potevo credere allo spettacolo che si estendeva davanti ai miei occhi.

Vedere la città di New York dall’alto è un’esperienza davvero unica. Dall’alto, si può avere una visione panoramica di tutti i cinque quartieri della città, il fiume Hudson e l’East River. Dai grattacieli di Midtown agli edifici storici di Lower Manhattan, la vista della Grande Mela dall’alto non ti annoierà mai.

Tra i migliori punti panoramici della città, ci sono:

  • l’One World Observatory (One World Trade Center), che è l’edificio più alto dell’emisfero occidentale e offre una panoramica su Lower Manhattan e una vista sull’intero skyline,
  • l’iconico Empire State Building  che offre una vista spettacolare sulla città,
  • Il Top of the Rock che è situato sulla cima del Rockefeller Center e offre una vista mozzafiato su Manhattan, Central Park e oltre,
  • The Edge (Hudson Yards) che è una piattaforma di osservazione all’aperto situata sul tetto di un grattacielo a Hudson Yards, e molte altre opzioni.

Scegli un punto panoramico o prenota un tour in elicottero. 

2. Passeggiare per Central Park

Central Park, New York
Central Park, New York

Questo parco, che probabilmente ha avuto più ruoli nei film di Hollywood di diversi attori, è il parco più famoso al mondo. Il Central Park si trova tra l’Upper East Side e l’Upper West Side di Manhattan ed è bellissimo in tutte le stagioni dell’anno.

È curioso sapere che fino al 1840, era una palude con numerosi recinti per i maiali, ma oggi, oltre ad essere il set di molte pellicole hollywoodiane, attira turisti da tutto il mondo e ovviamente anche la gente di New York che vi va a passeggio, fa jogging, picnicking, ecc.

Il parco è vasto e contiene vari sentieri, laghi artificiali, piste di pattinaggio, campi da gioco, uno zoo, e altro ancora. Se non hai molto tempo a disposizione, potresti:

  • attraversare il Bow Bridge, uno dei ponti più belli del parco, da dove si gode una vista panoramica.

  • passare per il Memorial Strawberry Fields, un’area dedicata a John Lennon.

  • visitare il Belvedere Castle per ottenere una vista panoramica del parco e della città.

  • camminare lungo The Mall, una famosa strada alberata, e visitare la Bethesda Terrace, una zona iconica del parco.

  • arrivare fino al Giardino Shakespeare, un angolo tranquillo dedicato al famoso scrittore.

In alternativa, per riuscire a vedere più cose, ti consiglio di fare un tour guidato in pedicab.

3. Attraversare il Ponte di Brooklyn

Il ponte di Brooklyn
Il ponte di Brooklyn

Un altro simbolo della città di New York che devi assolutamente visitare è il Ponte di Brooklyn, un’opera che attraversa il fiume East River per collegare i distretti di Manhattan e Brooklyn. Questo capolavoro di ingegneria del XIX secolo ha segnato diversi primati, come essere stato il primo ponte sospeso a utilizzare l’acciaio per i suoi cavi.

Ciò che personalmente mi ha colpito di più è la sua posizione che consente di ammirare lo skyline della città nella sua grandiosità. Pertanto, ti consiglio di attraversarlo a piedi durante l’ora del tramonto. La mia prima volta è stata un’esperienza indimenticabile.

Il ponte dispone di un passaggio pedonale e l’intero percorso è lungo 5 chilometri. Se non vuoi percorrerlo interamente a piedi, potresti anche optare per un tour in bicicletta.

4. Prendere il traghetto per vedere la Statua della Libertà e Ellis island

La Statua della Libertà e Manhattan
La Statua della Libertà e Manhattan

Andare a New York e non vedere la Statua della Libertà, si può? No, non si può. Il dono del popolo francese agli Stati Uniti per celebrare il centenario della Dichiarazione della sua Indipendenza era destinato a diventare un simbolo iconico che caratterizza la baia di Manhattan.

La Statua della Libertà è impressionante. È alta circa 46 metri dalla base alla punta della fiaccola. Se si include anche la base e il piedistallo di granito su cui si poggia, l’altezza totale è di circa 93 metri.

Per raggiungerla, puoi prendere un traghetto da Battery Park a Manhattan o da Liberty State Park nel New Jersey. Ti conviene vederla insieme a Ellis Island. Ellis Island fu il principale punto di arrivo per milioni di immigrati che cercavano una migliore vita in America.

Oggi l’isola è un museo dedicato all’immigrazione. Un museo che va assolutamente visitato, almeno se ti interessa capire meglio la storia di questa affascinante città e riflettere sulla varietà di influenze culturali che hanno contribuito al suo fascino.

Se ti interessa, c’è un unico tour che comprende sia una visita guidata alla Statua della Libertà che al Museo Nazionale dell’Immigrazione a Ellis Island.

5. Girare per Times Square

Times Square, la piazza più redditizia del mondo
Times Square, la piazza più redditizia del mondo

A dire la verità, la aspettavo più grande. In ogni caso, l’iconica piazza Times Square è uno dei luoghi più visitati al mondo, dove puoi vedere tutti i tipi di persone immaginabili. La sua fama è comunque dovuta alla presenza di grandissimi schermi pubblicitari.

La piazza ha assunto il suo nome attuale nel 1904, quando il giornale New York Times trasferì la sua sede lì. Nel corso degli anni, anche se il giornale cambiò sede, Times Square è diventata un simbolo di grandi festeggiamenti nella città di New York.

Comunque, in qualsiasi giorno dell’anno, Times Square è un vero crocevia del mondo. È spettacolare da vedere di sera, quando viene illuminata da tutte le insegne pubblicitarie, che sono davvero tante.

Inoltre, dato che Times Square è anche il cuore del distretto dei teatri di Broadway, con numerosi teatri che offrono spettacoli teatrali e musical, un giro di sera è davvero un must.

Se ti interessa a conoscere tutti i segreti e le storie delle strade e dei palazzi intorno alla piazza, potresti prendere un audio tour da Broadway alla 42.

6. Mangiare a Little Italy e Chinatown

Festa di San Gennaro, Little Italy
Festa di San Gennaro, Little Italy

Per fortuna, ci sono le feste come la festa di San Gennaro che portano più sapore italiano alla zona di Little Italy. Il quartiere di New York, che raggruppava gli immigrati italiani nel XIX secolo, oggi non ricorda molto quello che abbiamo conosciuto attraverso le pellicole.

Già dagli anni ’60, sempre meno italiani si sono trasferiti nella zona, che gradualmente si è unita con Chinatown. Oggi, Little Italy consiste in poche strade con ristoranti e caffè specializzati in cucina italiana.

Invece, il quartiere di Chinatown rimane ancora vivo e molto vivace, soprattutto durante il fine settimana. Girare per Chinatown è un’esperienza che va vissuta.

Nonostante la gentrificazione che ha coinvolto l’intera area, a Chinatown puoi ancora trovarti in un altro mondo, con odori, sapori e suoni unici che non troverai da nessun’altra parte di New York. I venditori ambulanti offrono ancora prodotti a noi sconosciuti, lanterne rosse sono appese ovunque e le anatre decorano le vetrine dei ristoranti.

Cerca la piazza Kimlau dove potrai vedere il Memorial Arch, un monumento degli anni ’60 in memoria dei caduti nella seconda guerra mondiale, e piazza Confucius per ammirare la statua del grande filosofo cinese.

Ma la zona è interessante anche per la varietà di ristoranti etnici che ormai spuntano ovunque, dai banchi di street food a ristoranti gourmet specializzati. Prendi il tè in una delle tantissime tea house tradizionali e cerca di essere in zona all’ora di cena per assaporare le delizie asiatiche di New York.

Se ti interessa, esiste un food walking tour di Chinatown e Little Italy che parte da Mulberry Street e dura 3 ore.

7. Passeggiare per High Line

Camminando sull'High Line appena dopo il tramonto
Camminando sull'High Line appena dopo il tramonto

High Line è una delle attrazioni più recenti di New York che vale la pena visitare. In realtà, si tratta di una vecchia linea ferroviaria sopraelevata che è stata trasformata in un parco lineare che attraversa le zone di Chelsea e il Meatpacking District.

Il percorso si estende per 2,33 chilometri e solitamente ospita bancarelle con artigianato locale o prodotti biologici, artisti di strada e molte persone che passeggiano, sia turisti che gente di New York. La particolratià di High Line è che ti offre la possibilità di ammirare lo skyline di Midtown Manhattan.

Il parco si estende da Gansevoort Street, attraverso Chelsea fino al confine settentrionale del West Side Yard sulla 34th Street.

Molto vicino a High Line, troverai anche il famoso Vessel, una struttura con un’architettura piuttosto insolita situata a Hudson Yards. È un edificio che assomiglia a un nido d’ape formato da scale a chiocciola interconnesse.

In totale, il Vessel, che è costrutito nel 2019, è composto da 154 rampe e 80 terrazze che offrono una vista incredibile.

8. Rendere omaggio al Memoriale dell'11 settembre

09/11 Memorial, Ground Zero
09/11 Memorial, Ground Zero

Io ricordo ancora il momento in cui ho visto in televisione gli attacchi alle Torri Gemelle, il tragico evento destinato a cambiare il nostro modo di viaggiare e di vedere il mondo. L’11 settembre 2001 è una data che rimarrà indelebile nella storia, non solo degli Stati Uniti, ma dell’umanità intera.

Il World Trade Center, di cui facevano parte queste due torri, era un complesso situato nella parte di Lower Manhattan nel distretto finanziario. Dopo gli attacchi dell’11 settembre, veniva chiamato “Ground Zero” o “the Pile”.

Oggi il World Trade Center non esiste più, ma il sito è stato ricostruito con cinque nuovi grattacieli, un memoriale e un museo dedicato alle vittime degli attacchi.

One World Trade Center merita una visita anche solo per rendere omaggio alle vittime e riflettere sui simbolismi di New York. Inoltre, l’One World Observatory è l’edificio più alto dell’emisfero occidentale e offre una panoramica spettacolare su tutta la città di New York.

9. Assistere ad un'opera teatrale a Broadway

Distretto dei teatri, Broadway, a Midtown Manhattan
Distretto dei teatri, Broadway, a Midtown Manhattan

Ancora un simbolo della città di New York che ha contribuito a renderla la capitale culturale del mondo è Broadway. Con il termine “Broadway” si intende il distretto teatrale di New York che comprende circa una quarantina di teatri.

Non tutti i teatri si trovano sulla Broadway stessa, ma anche nelle vie circostanti a poca distanza da Times Square. Fondamentalmente, il “teatro di Broadway” si riferisce a luoghi con una capienza di almeno 500 persone, mentre i teatri più piccoli di New York City sono chiamati off-Broadway.

Anche se a Broadway vengono principalmente rappresentati musical, una serata in uno di questi teatri è un must durante ogni viaggio a New York. Soprattutto se si viaggia con i bambini, un musical di Disney sarà ricordato per sempre.

Se non vuoi assistere a un’opera teatrale, potresti visitare il Museo di Broadway, aperto nel 2022 sulla West 45th Street. Il museo documenta la storia del teatro di Broadway e mostra la sua profonda influenza nel dare forma a tutta la zona di Midtown Manhattan e Times Square.

10. Passare per Wall Street

La "Ragazza senza paura" di Kristen Visbal,
La "Ragazza senza paura" di Kristen Visbal

Lower Manhattan è la parte di New York che nel 1626 fu acquistata dai nativi americani per circa 25 dollari e alcune perle di vetro. Oggi ospita il distretto finanziario e la famosa Wall Street, simbolo della potenza americana.

Oltre a visitare il Ground Zero, dovresti passare per l’iconica Wall Street, sede della Borsa di New York, nonché della Federal Reserve Bank e di diverse banche commerciali e compagnie assicurative.

La strada, lunga otto isolati, non è molto larga e nemmeno molto luminosa a causa dei numerosi grattacieli. Ma Wall Street, che fungeva da mercato degli schiavi nel XVIII secolo, ha molte storie da raccontare.

Cerca di individuare la statua del toro-portafortuna chiamato “Charging Bull”, una scultura disegnata dall’artista italiano Arturo Di Modica in seguito al crollo del mercato azionario del Lunedì nero del 1987.

Inoltre, cerca la “Ragazza senza paura” (Fearless Girl), una scultura in bronzo di Kristen Visbal, proprio di fronte all’edificio della Borsa, installata nel 2017 per celebrare la Giornata internazionale della donna.

Se ti interessa, esiste anche un tour guidato a piedi nel distretto finanziario per scoprire le storie degli eroi e dei banditi di Wall Street.

 

* In questo post potrebbero esserci link di affiliazione a Booking o altri siti. Ciò non cambia nulla per te, ma per me significa molto in quanto mi offre la possibilità di mantenere vivo questo blog.

Picture of Aspasia Kakari

Aspasia Kakari

Mi chiamo Aspasia e sono Greca. Sono nata in un’isola ma ho vissuto in diversi paesi del mondo. Amo viaggiare per il piacere di viaggiare. Per conoscere culture diverse, imparare nuove cose, vedere il mondo in un modo differente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *