Cerca
Close this search box.

Cosa vedere ad Atene gratis: 10 cose da fare a costo zero nella capitale Greca

Una città di mare e montagna, antica e moderna, casual ed elegante, con rooftop che offrono panorami mozzafiato e seminterrati ricchi di sapori e musiche spettacolari, Atene non smette mai di affascinare.

Se stai pianificando una vacanza nella capitale Greca ma vuoi evitare di spendere troppo, in questo articolo troverai 10 luoghi da esplorare senza dover sborsare nemmeno un euro.

Nonostante si debba pagare sempre di più per molte cose, nella città di Atene ci sono ancora luoghi e attrazioni con ingresso gratuito. Dai siti più frequentati dai turisti ai posti più amati dai locali, ci sono parchi, mercati, chiese, spiagge e molte altre attrazioni che è possibile visitare senza dover pagare.

Tutto ciò che serve è la voglia di esplorare la capitale greca, e scoprirai che non è sempre necessario spendere denaro per vivere un’esperienza straordinaria. Del resto, come si dice, le cose migliori della vita sono gratis.

1. Salire sulla collina di Licabettus

La città di Atene dalla collina di Lykabetto
La città di Atene dalla collina di Lykabetto

Si può vedere da diversi quartieri e punti della città. La collina di Licabetto (o Lycabettus) si erge a 277 metri sul livello del mare ed è la seconda collina più alta dell’Attica, subito dopo Turkovounia.

Secondo la mitologia greca, Licabetto fu originariamente una roccia che cadde dalle mani della dea Atena dopo che un corvo le aveva portato cattive notizie. Altri sostengono che un tempo la collina di Licabetto era popolata da lupi (lykoi in greco) da cui ha preso il nome.

Oggi, sulla collina si trova il Teatro di Licabetto, un anfiteatro all’aperto con 3.000 posti, costruito negli anni ’60 sul sito di una vecchia cava. In cima alla collina, troverai la pittoresca chiesetta bianca di Agios Georgios.

Però, la principale attrazione di Licabetto è il suo panoramico punto di vista. Da qui, puoi ammirare l’intera città di Atene fino al mare, con una vista spettacolare, soprattutto al tramonto. L’ingresso è gratuito.

Puoi raggiungere Licabetto a piedi da quartieri come Kolonaki, uno dei migliori luoghi dove alloggiare ad Atene, nonché da Neapoli e Ampelokipoi. Indipendentemente dalla strada che scegli per scalare la collina, la vista sarà una ricompensa certa.

2. Assistere al Cambio della Guardia Presidenziale

Il Monumento al Milite Ignoto si trova in Piazza Syntagma, di fronte al Parlamento Greco. È una rappresentazione di un soldato sconosciuto deceduto, ed è vigilato 24 ore su 24 dagli Evzones, i soldati della Guardia Presidenziale.
Ogni ora, i visitatori possono assistere al cambio della guardia, uno spettacolo davvero unico grazie all’abbigliamento speciale degli Evzones. Questi abiti furono inizialmente disegnati per la guardia personale della famiglia reale e includono una gonna a pieghe bianca chiamata fustanella, un cappello di feltro rosso e le famose scarpe note come tsaruchia, realizzate in pelle rossa con una nappa nera all’estremità.
Lo spettacolo del cambio della guardia coinvolge i soldati dell’élite dell’esercito greco, noti anche come tsoliades, e dura approssimativamente una quindicina di minuti.

3. Partecipare a un evento presso il Centro Culturale Stavros Niarchos

Uno dei concerti gratis al Centro Culturale Partecipare a un evento presso il Centro Culturale SNFCC
Uno dei concerti gratis al Centro Culturale Partecipare a un evento presso il Centro Culturale SNFCC

Uno dei gioielli recenti della capitale greca è il Centro Culturale della Fondazione Stavros Niarchos (in breve SNFCC), situato tra i quartieri di Kalithea e Faliro, sul sito dell’ex ippodromo.
È un ampio parco che ospita, oltre alla Biblioteca Nazionale della Grecia e il Teatro dell’Opera Nazionale, numerosi spazi, eventi e corsi, molti dei quali accessibili gratuitamente.
Il Centro Culturale è un luogo meraviglioso per fare passeggiate lungo il canale, praticare sport o partecipare a lezioni di vela oppure di yoga, pilates ed altre attività.
Oltre ai corsi, avrai l’opportunità di ammirare gli spettacolari edifici progettati dal Renzo Piano Building Workshop e godere di una vista panoramica unica sulla città. In più, potrai assistere a proiezioni di film all’aperto, visitare mostre gratuite o partecipare a concerti gratuiti sopratutto nel periodo estivo.

4. Visitare la Cattedrale di Atene

La Cattedrale ortodossa di Atene si chiama Metropoli ed è dedicata all’Annunciazione della Vergine Maria. È una grande basilica a tre navate con una cupola ed è una combinazione di stili architettonici neoclassico e greco-bizantino.
Si trova nella piazzetta di Metropolisi, sull’omonima strada che parte dalla Piazza di Syntagma e arriva alla Piazza di Monastiraki. Costruita tra il 1842 e il 1862 con materiali provenienti da chiese in rovina, rappresenta uno dei primi grandi monumenti della capitale greca ed è stata sede di numerose cerimonie ufficiali del paese.
All’interno della chiesa si trovano opere di noti artisti del XIX secolo e una cripta sotterranea contenente un’urna di marmo, opera dell’illustre scultore greco Giannoulis Halepas, che ospita i corpi del Patriarca Gregorio V e di Santa Filotea di Atene. L’ingresso a Metropoli è gratuito.

5. Fare un tuffo nelle spiagge libere

La spiaggia di Alimos
La spiaggia di Alimos

Atene è una delle fortunate capitali europee ad avere una costa. Lungo la costa dell’Attica si trovano splendide spiagge che ricordano le spiagge delle isole. Alcune di queste spiagge sono a pagamento, ma fortunatamente ci sono ancora spiagge libere dove puoi stendere il tuo asciugamano e goderti le tue vacanze.

Tuttavia, le spiagge più belle e pulite, con acque cristalline e panorami mozzafiato, si trovano un po’ più lontano dalla città e possono essere di difficile accesso con i mezzi pubblici. Se hai a disposizione un’auto (o amici con un’auto), alcune delle più belle spiagge libere includono la spiaggia di Althea nell’omonima località, situata a circa 40 km dal centro, la spiaggia di KAPE a Legraina, vicino a Sunio, la spiaggia di Agios Nicolaos a Saronida e molte altre.

Se preferisci rimanere nelle vicinanze del centro città e spostarti con i mezzi pubblici, ci sono spiagge più urbane come la piccola spiaggia di Palaio Faliro, la spiaggia di Alimos, la spiaggia di Voula (prima della spiaggia organizzata di Riviera Coast), la spiaggia di Kavouri e altre ancora.

6. Esplorare il mercatino delle pulci di Monastiraki

Il quartiere di Monastiraki si trova tra i quartieri di Psirri, Plaka e Thisio ed è noto per la sua omonima piazza, alla quale puoi arrivare direttamente dalla metro che proviene dall’aeroporto. Questo quartiere è sicuramente una tappa obbligata durante il tuo soggiorno ad Atene. Se avrai l’opportunità di visitarlo di domenica, potrai esplorare il celebre mercato delle pulci della zona.

Prima che Monastiraki diventasse una meta turistica, molti ateniesi amavano passeggiare la domenica mattina alla ricerca di oggetti interessanti tra le bancarelle di via Ifestou o nella Piazza di Abissinia. Oggi, la situazione è un pò cambiata. Ci sono sempre meno negozi di antiquariato nella zona, e invece trovi più negozi che vendono souvenir, abigliamento e scarpe nuove.

Tuttavia, ancora nelle domeniche, troverai bancarelle ambulanti e venditori di oggetti usati che animano i marciapiedi della zona. Così avrai l’opportunità di immergerti nel passato affascinante di Atene, scoprendo oggetti unici che raccontano la sua storia.

7. Ammirare il tramonto sulla Riviera Ateniese

Un tramonto sul golfo saronico dal lungomare di Palaio Faliro
Un tramonto sul golfo saronico dal lungomare di Palaio Faliro

Se il centro storico di Atene è la prima tappa che devi assolutamente esplorare durante la tua vacanza nella capitale greca, la parte meridionale della città è, senza dubbio, la seconda da non perdere.

Tra il parco del Centro Culturale della Fondazione Stavros Niarchos, le taverne che offrono cucina orientale di Palaio Faliro, i negozi alla moda di Glyfada e le spiagge nella zona di Vouliagmeni, dovresti dedicare almeno un giorno alla Riviera ateniese.

Se hai più tempo a disposizione, potresti anche fare una rilassante passeggiata (o un giro in bicicletta) lungo la costa, partendo dallo Stadio della Pace e dell’Amicizia nella zona di Neo Faliro fino a Glyfada.

Se hai meno tempo a disposizione, potresti optare per la prima zona costiera del sud, Palaio Faliro, dove potrai goderti una piacevole passeggiata al tramonto tra la marina di Floisvos e quella di Alimos. Il tramonto sul Golfo Saronico è uno spettacolo straordinario ed è una delle esperienze più belle che la vita offre gratuitamente.

9. Visitare un museo gratuitamente

Atene è una città che offre più di 60 diversi musei. Sicuramente troverai qualcuno che toccherà i tuoi interessi. Nonostante i biglietti dei musei in Grecia non costino molto, ci sono alcuni giorni in cui l’accesso a musei e siti archeologici è gratuito. Segna e organizza la tua vacanza di conseguenza: l’ingresso a tutti i musei pubblici in Grecia è gratuito ogni prima domenica del mese, dal 1° novembre al 31 marzo di ogni anno. Inoltre, secondo il Ministero della Cultura, l’ingresso è gratuito il 28 ottobre (Giornata Nazionale), l’18 aprile (Giornata Internazionale dei Monumenti), l’18 maggio (Giornata Internazionale dei Musei), l’ultimo fine settimana di settembre (Giornate Europee del Patrimonio Culturale) e il 6 marzo (Giorno del ricordo di Melina Mercouri).

10. Fare un picnic sulla collina di Filopappo

L'Acropoli dalla collina di Filopappou

La gente di Atene spesso si approfitta di questo parco verde nel centro storico per fare passeggiate o picnic. A volte, quando si parla di Filopappou, si fa riferimento a tre diverse colline. Tuttavia, la collina originale di Filopappou è quella dove si trova il Monumento del principe Gaio Giulio Antioco Epifane Filopappos.

Oltre a questo semplice monumento bianco, che dà il nome alla collina, puoi visitare la pittoresca chiesa di Agios Dimitrios (Ai-Dimitris Loumbardiaris) ai suoi piedi, così come la grotta chiamata “la prigione di Socrate” (anche se molte fonti lo contestano) sulle pendici inferiori.

Ma la vera ragione per cui dovresti visitare questa collina, chiamata anche “Colle delle Muse”, è per ammirare il famoso Partenone. Poiché Filopappu si trova tra i quartieri di Thiseio e Plaka, puoi facilmente organizzare un picnic con la migliore vista sulla città.

Aspasia Kakari

Aspasia Kakari

Mi chiamo Aspasia e sono Greca. Sono nata in un’isola ma ho vissuto in diversi paesi del mondo. Amo viaggiare per il piacere di viaggiare. Per conoscere culture diverse, imparare nuove cose, vedere il mondo in un modo differente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *