Cerca
Close this search box.
Cosa vedere e fare ad Atene in 3 giorni

Cosa vedere ad Atene in 3 giorni: itinerario completo

Dalle spettacolari viste dell’Acropoli ai tramonti infuocati lungo la sua riviera, e dai pittoreschi quartieri del centro storico alla sua vivace vita notturna, la capitale greca è una metropoli mediterranea che non smette mai di affascinare.

Come luogo di nascita della democrazia, è una città intrisa di storia, ma non solo. Arte, gastronomia, divertimento, mare e montagna la rendendo una destinazione ideale per tutto l’anno.

Se ti interessa sapere cosa si può visitare ad Atene in 3 giorni, in questo blog troverai un itinerario completo e altre informazioni utili per una permanenza fantastica nella capitale Greca.

Scegli il miglior quartiere dove alloggiare ad Atene e organizza il tuo viaggio per vivere una vacanza indimenticabile nella città del Partenone.

Itinerario di 3 giorni ad Atene

Giorno 1: Acropoli e Plaka

La collina di Acropoli e quella di Licabetto in fondo
La collina di Acropoli e quella di Licabetto in fondo

Se visiti Atene per la prima volta, il primo giorno ad Atene devi sicuramente visitare la famosa Acropoli, questa imponente testimonianza della storia dell’antica Grecia. Preparati per file lunghe e troppo sole, sopratutto se viaggi a Luglio o ad Agosto. In ogni caso, non puoi perderti il Partenone, uno dei templi più iconici dell’antichità, e l’Eretteo, il templo con le famose Cariatidi.

Se vuoi, tra l’altro per evitare le file, puoi prenotare un tour guidato o un biglietto d’ingresso con audio-guida. Ciò che conta è che ammiri l’eccezionale architettura che rappresenta il culmine dell’arte greca classica. Inoltre, dalla collina dell’Acropoli potrai goderti una vista panoramica spettacolare sulla città.

A pranzo, puoi dirigerti verso i quartiere di Makrygianni o quello di Koukaki e scegliere un caffè o una delle taverne locali per assaggiare la deliziosa cucina greca. Il mio preferito è il bar-libreria Little Tree Books & coffee che si trova vicino al Museo dell’Acropoli.

Nel pomeriggio, puoi visitare il Museo dell’Acropoli che sta proprio in questa zona, per approfondire la tua comprensione della storia della città. Potresti comprare online un biglietto combinato valido sia per l’Acropoli che per il Museo. Poi, per riposarti, se non ti dispiace stare in mezzo alla folla turistica, il museo dispone del suo Caffè-Ristorante con una bellissima vista su tutta la zona.

Di sera, fai una passeggiata lungo via Dionisiou Aeropagitou e dirigiti verso Plaka, il quartiere più antico di Atene situato ai piedi dell’Acropoli. Oltre a ammirare le caratteristiche case neoclassiche nelle stradine acciottolate di Plaka, puoi dare un’occhiata alle vetrine dei numerosi negozi di souvenir e acquistare qualche regalino. A Plaka troverai anche boutique di fashion designer greci, come ad esempio Kourbela.

Per concludere la giornata, potresti cenare in una delle tradizionali taverne del quartiere di Plaka oppure scegliere uno dei migliori rooftop bar nella zona di Syntagma per goderti un drink e uno spuntino insieme a una vista panoramica indimenticabile.

Giorno 2: Monastiraki, Thiseio e Monte Licabetto

La Stoa di Attalo sotto la collina dell’Acropoli
La Stoa di Attalo sotto la collina dell’Acropoli

La mattina del secondo giorno, sempre nella zona del centro storico, puoi visitare l’Antica Agorà, che era il centro sociale, politico e commerciale dell’antica Atene. Qui puoi ammirare le rovine di antichi edifici, come il tempio di Efesto, e immaginare come fosse la vita quotidiana nell’antica Grecia. Inoltre, puoi vedere la Stoa di Attalo, un edificio colonnato ben conservato che ospita il Museo dell’Agorà.

Se pensi di visitare più siti archeologici e culturali ad Atene, forse ti conviene di comprare un city pass con audioguida.

A pranzo, puoi esplorare la zona di Monastiraki, famosa per il suo mercato delle pulci (che si tiene ogni domenica) e per la sua street food che puoi assaggiare in uno dei numerosi punti che troverai dalla Piazza Monastiraki fino ad Agia Eirini.

Se ti interessa potresti fare un tour guidato per esplorare siti iconici che testimoniano la storia di lotta di Atene, dalla resistenza della città contro l’Impero Ottomano alla sua moderna lotta per la giustizia sociale.

Nel pomeriggio, potresti fare una piacevole passeggiata verso il quartiere di Thiseio e salire sulla collina di Filopappou. Da questa collina che si trova a sud ovest dell’Acropoli, nota anche come collina delle Muse, potrai scattare foto panoramiche della città di Atene, dell’Acropoli e dei dintorni.

In alternativa, potresti camminare lungo la via Ermou, che è praticamente il centro commerciale di Atene, fino a raggiungere Piazza Kolonaki. Dopo lo shopping, da Kolonaki potresti salire a piedi o in funicolare fino alla cima del Monte Licabetto e ammirare uno spettacolare panorama del tramonto che abbraccia l’Acropoli, gran parte del centro storico e l’intera città fino al mare.

Per cena o per un drink serale, potresti scegliere la zona di Kolonaki, che è il quartiere più aristocratico di Atene, oppure il quartiere di Exarcheia, la parte alternativa della città, per un’atmosfera più bohémien. Qui ti propongo di provare il ristorante Ama Laxei (che si pronuncia Ama Lachi) per il cortile più bello della zona, oppure il ristorante Rakoumel per provare la cucina tradizionale di Creta.

Giorno 3: Museo Archeologico, Syntagma e Riviera

Il tramonto dalla riviera Ateniese
Il tramonto dalla riviera Ateniese

La terza giornata può essere divisa tra il centro e il mare. Se non hai ancora avuto abbastanza della storia Greca, al mattino, puoi visitare il Museo Archeologico Nazionale, il più grande museo del paese, che offre una panoramica della civiltà dell’antica Grecia attraverso i suoi 11.000 reperti, coprendo le origini della preistoria fino alla tarda antichità.

Se pensi di visitare il Museo Archeologico, ti conviene acquistare online un biglietto semplice per evitare la fila o optare per uno con una visita guidata privata per comprendere appieno la vera ricchezza del museo

In alternativa, a seconda dei tuoi interessi, potresti visitare un altro dei numerosi musei di Atene o goderti un caffè in uno dei bar con giardino del centro. Successivamente, puoi passare per Piazza Syntagma, dove potrai assistere alla cerimonia del cambio della guardia, eseguita dalla Guardia Presidenziale di fronte al Parlamento Greco.

A pranzo, potresti mangiare in uno dei ristoranti della zona di Syntagma o fare un picnic nel Giardino Nazionale, dove potrai anche fare una piacevole passeggiata tra una vasta varietà di piante, alberi e fiori.

Nel pomeriggio, da Syntagma puoi prendere il tram, l’autobus o un taxi per raggiungere il quartiere costiero di Palaio Faliro, che è la porta d’ingresso alla Riviera Ateniese, oppure puoi proseguire fino a Glyfada. In entrambi i luoghi potrai fare un tuffo in mare e prendere un caffè sulla spiaggia. A Palaio Faliro ti propongo il caffè-ristorante Edem e a Glyfada il caffè-ristorante Nikolas tis Schinoussas. Entrambi si trovano proprio sul mare, ma sono tranquilli e per ora poco frequentati dai turisti.

Se hai tempo, potresti persino raggiungere Sounio, il capo più meridionale della regione dell’Attica, per visitare l’antico tempio di Poseidone e ammirare il rinomato tramonto.

Volendo potresti scegliere una visita guidata di 5 ore per goderti una rilassante passeggiata lungo la Riviera di Atene, visitare il sito archeologico del Tempio di Poseidone e ammirare il tramonto sopra il Mar Egeo.

Di sera, tornando ad Atene, potrai cenare nella zona di Palaio Faliro, nota per i suoi sapori orientali, oppure scegliere uno dei numerosi ristoranti sulla costa.

Se ti piace la carne, scegli Kyr Aristos a Palaio Faliro per il miglior kebab della zona. Se invece preferisci il pesce prova il Sardelaki me Thea a Vouliagmeni. Entrambi sono ottimi e non troppo costosi.

Quanti giorni bastano per vedere Atene

Atene dalla collina di Licabetto
Atene dalla collina di Licabetto

Anche se in una giornata è possibile visitare i principali punti salienti come l’Acropoli e il quartiere di Plaka, ad Atene c’è molto altro da vedere. Se vuoi esplorare almeno il centro, servono al minimo due giorni.

A parte il quartiere di Plaka, che è il cuore del centro storico e la zona più turistica della città, ci sono la zona di Monastiraki con il suo mercato delle pulci, il quartiere di Thiseio con la collina di Filopappou e la zona di Makrygianni, dove si trova il Museo dell’Acropoli, che vanno visitate per avere un’idea completa del centro.

Inoltre, vale la pena esplorare la zona attorno a Piazza Syntagma, dove si trova l’iconico palazzo del Parlamento Greco, il Giardino Nazionale, il quartiere aristocratico di Kolonaki e il centro commerciale di Atene che si estende lungo la via Ermou.

Sarebbe un peccato partire senza ammirare il panorama dalla collina di Licabetto, preferibilmente all’ora del tramonto. È altrettanto imperdonabile non vivere la vita notturna di Atene, iniziando con un drink in uno dei migliori rooftop e terminando la serata ballando in qualche club nelle zone di Psirri, Gazi, ecc.

Per tutte queste ragioni, ti consiglio di trascorrere almeno 3 giorni nella capitale greca. In questo articolo troverai un itinerario pratico di tre giorni per sfruttare al meglio Atene e immergerti nell’atmosfera della città al di là delle attrazioni turistiche più famose.

Dove dormire per vedere Atene in 3 giorni

Atene di sera, dal Teatro di Erode Attico
Atene di sera, dal Teatro di Erode Attico

Plaka, il quartiere più pittoresco di Atene e, per questo motivo, estremamente turistico, è la scelta ideale per alloggiare ad Atene se la visiti per la prima volta e hai solo pochi giorni a disposizione.

Plaka è il cuore della vecchia città, appena sotto la collina dell’Acropoli, ed è un quartiere ricco di negozi di souvenir, taverne e caffè, ma anche di monumenti antichi.

Alcuni dei migliori alloggi di Plaka sono:

Thiseio, un quartiere del centro storico, circondato da siti archeologici come l’Antica Agora, il Keramikos e la collina della Pnika (Pnyx), è un ottimo quartiere dove alloggiare ad Atene. Si trova vicino ai quartieri del divertimento, come Psirri e Gazi, ed è posizionato a nord-est dell’Acropoli, a pochi passi dalle zone di Plaka e Monastiraki.

Alcuni dei migliori alloggi di Thiseio sono:

Monastiraki, un quartiere centrale che offre una varietà di attrazioni, dalla storia allo shopping e dalla gastronomia di strada alle migliori terrazze per godersi Atene di notte, è la scelta perfetta per chi vuole esplorare sia l’Atene antica che quella moderna in un’unica visita.

Alcuni dei migliori alloggi di Monastiraki sono:

Come muoversi ad Atene

I taxi ad Atene sono di color giallo
I taxi ad Atene sono di color giallo

Se visiti Atene per la prima volta, troverai la maggior parte delle attrazioni nel centro storico. Non conviene affittare una macchina per spostarsi in città. Purtroppo, ad Atene, c’è troppo traffico intorno al centro e pochi posti di parcheggio disponibili.

Per raggiungere il centro dall’aeroporto, puoi prendere la metro o l’autobus. La linea 3 (la linea blu) della metro collega l’aeroporto con il Pireo passando per la Piazza Centrale di Syntagma. La metro è leggermente più costosa dell’autobus ma di solito più veloce. L’autobus, che è soggetto al traffico, dispone di 4 diverse linee e dovresti scegliere quella in base alla tua destinazione. Ad esempio, per raggiungere il centro, ti conviene prendere la linea X95 per Syntagma, mentre per andare al Pireo o alla zona costiera dovresti scegliere la linea X96.

Per spostarti da un quartiere all’altro, ti conviene utilizzare la metropolitana, che è in funzione dalle 05:00 fino a mezzanotte, tranne il venerdì e il sabato quando si ferma intorno all’01:00. La metropolitana di Atene ha 3 linee e sta per essere inaugurata una 4a linea. Collega il centro con vari quartieri, il porto del Pireo e l’aeroporto internazionale di Atene. Anche se non copre tutte le zone, è sicuramente il mezzo più veloce per spostarsi in città.

Per raggiungere la costa e i quartieri non ancora coperti dalla rete metropolitana, puoi prendere il tram, l’autobus o un taxi. Il tram collega il centro di Atene alla costa ed è un mezzo piuttosto lento che ti permette di ammirare il paesaggio.

Gli autobus sono più veloci del tram e arrivano quasi dappertutto, ma di solito sono affollati, soprattutto durante le ore di punta, e possono facilmente rimanere bloccati nel traffico. Per fortuna, i taxi ad Atene non sono particolarmente costosi. Sono di colore giallo, possono essere fermati per strada, cercati nelle piazze principali o chiamati tramite app come Free Now (ex Beat).

Comunque, lo dico sempre, non c’è modo migliore per vedere e vivere l’atmosfera di una città che camminare. Se viaggi in estate, avrai bisogno di un cappello, crema solare e una bottiglia d’acqua. Se fa molto caldo, pianifica delle soste nei migliori caffè con giardino di Atene.

Come salire sull'Acropoli di Atene

La Biblioteca di Adriano e il quartiere di Plaka
La Biblioteca di Adriano e il quartiere di Plaka

Per raggiungere l’Acropoli, il modo più comodo è prendere la linea rossa della metropolitana fino alla stazione Acropoli, che dista solo 2-3 minuti a piedi dall’ingresso sud-est. In alternativa, potresti prendere l’autobus 230 che si ferma vicino all’ingresso.

Comunque, il sito è facilmente raggiungibile a piedi sia dalla zona di Plaka che dalla zona di Thiseio (fermata Thiseio della linea verde della metropolitana), da Monastiraki e da Syntagma (rispettive fermate della linea blu).

Puoi entrare nel sito archeologico dalla passeggiata pedonale di Dionysiou Areopagitou attraverso il piazzale lastricato in pietra (fermata della metropolitana Acropoli), Il sito dell’Antica Agorà (fermata Monastiraki) e il quartiere di Plaka (fermata Monastiraki).

Per evitare le file, puoi comprare un biglietto skip-the-line online.

Cosa comprare ad Atene

Un negozio di libri e dischi usati nel quartiere di Monastiraki
Un negozio di libri e dischi usati nel quartiere di Monastiraki

Essendo non solo la capitale ma anche la città più grande della Grecia, Atene è un vero paradiso per lo shopping, con alcuni centri commerciali e innumerevoli negozietti sparsi ovunque. Se vuoi portarti a casa dei souvenir, qui hai davvero l’imbarazzo della scelta.

La cosa migliore è che non ci sono quei giganteschi centri commerciali che trovi in altre capitali. Anche se ogni quartiere ha il suo mercato, il triangolo tra Piazza Syntagma, Piazza Monastiraki e Piazza Omonoia mantiene il titolo del centro commerciale della città.

Se ti piacciono le cose classiche, Monastiraki è il posto giusto. Ci sono molti negozi che vendono scarpe e borse di pelle. Vicino alla Piazza, in via Agias Theklas per esempio, c’è un negozio famoso che vende sandali in pelle fatti a mano. È il negozio di Stavros Melissinos, che si dice abbia venduto sandali persino ai Beatles.

Nel quartiere di Monastiraki, così come a Plaka, puoi trovare souvenir greci autentici come i komboloi, che sono una specie di rosario fatto con perle di vetro o legno, una volta usato dagli uomini greci per passare il tempo senza stress.

Troverai anche il tavli, un gioco da tavolo simile agli scacchi o meglio al trictrac, i mati, gioielli con l’occhio per proteggerti dal malocchio, tazze da caffè greco, prodotti artigianali in legno d’ulivo e una vasta gamma di repliche museali e ceramiche ispirate alla mitologia greca.

Le ceramiche di Trabala Studio a Koukaki

Se invece cerchi qualcosa di meno turistico, ad Atene troverai diversi marchi di cosmetici naturali. Apivita e Korres sono due marchi ben noti che utilizzano ingredienti greci come il miele, lo yogurt, l’uva e il melograno. Li trovi praticamente in tutte le farmacie.

Se ti allontani dal centro storico, in zone come Koukaki, e soprattutto in via A.Zinni e O.Androutsou, troverai concept store con souvenir più originali come gioielli realizzati con fili, ceramiche e tazze dal design moderno, borse intrecciate a mano e molto altro.

In ogni caso, non puoi andartene senza portarti a casa qualche prelibatezza tipica tra la vasta gamma di prodotti greci: olio d’oliva, olive Kalamata, miele di varietà, tè greco noto come tè di montagna, erbe e spezie, vari formaggi a denominazione di origine protetta (DOP) e liquori come l’ouzo (a base di anice), il raki (distillato da uva fermentata), il liquore al mastice di Chios, e altro ancora.

Dove mangiare ad Atene

Atene è una città ricca di opzioni culinarie, e potrai sicuramente trovare qualcosa che soddisferà le tue preferenze, sia che ti interessi la cucina greca tradizionale o che tu preferisca esperienze gastronomiche più sofisticate.
Spesso molti dei miei amici italiani si accontentano di un’insalata greca. Ma la cucina greca, amata in tutto il mondo, ha molto di più da offrire e ad Atene si può davvero trovare di tutto. Dai chioschi con street food e le piccole taverne, fino ai ristoranti stellati Michelin e quelli di alta gamma, nella capitale si mangia bene e si spende relativamente poco, basta saper scegliere ovviamente.
In questo articolo troverai alcuni suggerimenti sui migliori posti dove mangiare come fanno i locali. Che tu ami il pesce o la carne, la cucina cretese o quella orientale, che tu voglia mangiare qualcosa in piedi o preferisca un ristorante con vista, qui troverai alcuni posti in cui andare sul sicuro.

Cucina tradizionale:

  • To Diporto a Plateia Theatrou: una taverna centenaria in un seminterrato con due porte (da cui il nome Diporto) di fronte al mercato centrale di Atene.
  • To Steki tou Ιlia a Thiseio.
  • Ta Karamanlidika tou Fani a Monastiraki.

Cucina cretese:

Cucina orientale:

  • Syndesmos Ellinos Aigyptioton (cioè Associazione dei Greci d’Egitto): Un ristorante nascosto in un edificio in via 3is Septemvriou con deliziosi piatti e prezzi convenienti.
  • Kyr Aristos a Palaio Faliro: per mangiare il kebab e altri piatti della cucina dei Greci di Istanbul.
Kyr Aristos a Palaio Faliro
Kyr Aristos a Palaio Faliro

Cucina creativa:

Cucina a base di pesce:

Con vista panoramica:

Con musica dal vivo:

  • Klimataria al centro di Atene: Una taverna a conduzione familiare che esiste dal 1927 in Plateia Theatrou (Piazza del Teatro). Qui potrai ascoltare musica tradizionale greca di alta qualità e mangiare abbastanza bene senza spendere molto. Prova l’Hunkar Begendi, cioè carne di vitello con le melanzane affumicate e la purea di patate. E non dimenticare di prenotare, perché ultimamente il posto è diventato piuttosto turistico.
  • Maxairitsa nel mercato di carne di Atene “Varvakeios”: Un posto cult dove puoi mangiare e ballare insieme a gente di tutti i tipi, da turisti che passano a politici e da migranti che vivono nella zona a attori famosi. Prova la zuppa di pesce e vai con calma, perché qui le notti sono lunghe.

Street food:

  • Peynirli Ionias a Ampelokipi: Una variazione di pizza che proviene dall’Asia Minore ed è cotta in forno a legna. La puoi trovare a Panormou 3.
  • Elvis a Kerameikos per il miglior souvlaki del centro di Atene.
  • Il Guarantee a Koukaki per sandwich gourmet davvero deliziosi.
  • Black Salami a Exarcheia, un meta-forno che fa di tutto e fa impazzire la gente del posto.
  • Il Koulouri di Psirri nella zona di Psirri per il panino tradizionale greco.
  • Krinos Loukoumades in via Aiolou nel centro per le ciambelle tradizionali greche.
  • Fayruz a Monastiraki per il miglior lachmatzun del centro.
  • Juici Grill a Holargos per l’hamburger più succoso di Atene.

Dove mangiare ad Atene senza glutine

Se ti interessa sapere cosa mangiare ad Atene, quali sono le zone migliori per uscire a mangiare e dove si mangia bene, leggi anche l’articolo su dove mangiare ad Atene.

Cosa sapere prima di viaggiare ad Atene

La Piazza Syntagma al centro di Atene
La Piazza Syntagma al centro di Atene
  • Tradizionalmente, ad agosto, molte persone in Grecia vanno in vacanza. Le scuole sono chiuse e molte aziende chiudono per almeno 15 giorni. Atene si svuota poiché i residenti si dirigono verso le isole, il che significa che potresti trovare alcuni negozi, ristoranti o bar al di fuori delle zone più turistiche chiusi.

  • Le condizioni meteorologiche ad Atene sono cambiate negli ultimi anni. A giugno c’è abbastanza pioggia e non fa molto caldo, mentre a settembre e ottobre piove raramente. Le giornate estive possono estendersi fino a dicembre. Il mese più caldo è luglio, con temperature che possono raggiungere i 40 gradi °C.

  • Tranne nelle zone molto turistiche, i negozi ad Atene non sono aperti tutti i pomeriggi. Lunedì e mercoledì pomeriggio sono i giorni di chiusura più comuni. La stessa regola vale anche per il sabato, quando solo le grandi catene rimangono aperte fino alle 18:00.
  • Ad Atene, le persone non seguono orari fissi per la pausa pranzo o la cena. Ciò significa che puoi trovare qualcosa da mangiare a qualsiasi ora del giorno, e in alcune zone centrali anche di notte.

  • Durante il weekend, molte persone ad Atene escono per un brunch intorno alle 12:00-13:00, pranzano verso le 16:00 e escono la sera verso le 22:00. Il concetto di “prima o dopo cena” non esiste. Ognuno mangia quando ha fame.
  • In Grecia, la vita notturna inizia tardi. A Atene, la maggior parte dei locali inizia a riempirsi verso le 23:00. Questo vale anche per i locali con musica dal vivo. È raro trovare spettacoli prima delle 22:00.
  • In Grecia, se qualcuno ti invita a prendere un caffè, significa che ti sta invitando a sederti in un caffè per una chiacchierata di una o due ore, anche se ordini solo un espresso.
  • Ad Atene, i taxi possono essere chiamati tramite un’app oppure presi in qualsiasi punto della strada, a patto che siano disponibili. Sono abbastanza sicuri e non sono particolarmente costosi. Tuttavia, se devi attraversare il centro per raggiungere la tua destinazione, è meglio farlo in metro o a piedi. Arriverai prima.
  • Purtroppo, ad Atene, non esistono bagni pubblici. Per andare in bagno, dovrai entrare in uno dei caffè o ristoranti, o usufruire dei bagni dei musei.
  • Quando cammini sui marciapiedi ad Atene, fai attenzione poiché a volte vengono interrotti da alberghi, bidoni della spazzatura, ecc.
  • Se opti per un hotel nel centro, ad esempio a Piazza Syntagma, è importante fare ricerche prima di cercare di raggiungerlo una che arrivi in città. Spesso il centro di Atene è chiuso per manifestazioni, parate, ecc. e l’unico modo per accedere alle strade tra Piazza Syntagma e Piazza Omonia è a piedi.

Se hai trovato questo articolo utile, lascia il tuo commento qui sotto e dai anche un’occhiata agli articoli sulle altre capitali europee: dove dormire a Malta, dove dormire a Lisbona, dove dormire a Bruxelles, dove dormire a Parigi.

Aspasia Kakari

Aspasia Kakari

Mi chiamo Aspasia e sono Greca. Sono nata in un’isola ma ho vissuto in diversi paesi del mondo. Amo viaggiare per il piacere di viaggiare. Per conoscere culture diverse, imparare nuove cose, vedere il mondo in un modo differente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *