Cerca
Close this search box.
Dove dormire a Santorini

Dove dormire a Santorini: zone e hotel migliori

La più bella tra le isole delle Cicladi, Santorini è una destinazione top da vedere almeno una volta nella vita. Questo blog ti aiuterà a identificare la migliore zona e il miglior alloggio per goderti davvero una vacanza da sogno.

Santorini è un posto eccezionale non soltanto per la sua lunga storia, la sua bellezza naturale e la sua atmosfera romantica, ma piuttosto per la sua energia speciale.

Se ti vuoi fare un regalo speciale, trovati un bel alloggio sulla “top model” delle isole greche e goditi una vacanza veramente da sogno.

Le località migliori per soggiornare a Santorini

La famosa caldera di Santorini
La famosa caldera di Santorini

Le località migliori per soggiornare a Santorini sono Imerovigli, Oia, Fira, Pyrgos, Kamari e Perissa. Per decidere dove alloggiare secondo le tue esigenze ed ovviamente il tuo budget, devi sapere un po’ di cose.

Per goderti i suoi tramonti stupendi, Oia è considerata uno dei migliori punti di osservazione, con la famosa vista dei mulini a vento e delle cupole blu sullo sfondo. Tuttavia, puoi goderti il tramonto praticamente da qualsiasi punto sulla caldera.

Se invece preferisci stare al mare, devi sapere che le spiagge sono situate nella parte opposta della caldera. Comunque, si parla di spiagge di sabbia nera vulcanica.

Ricorda che Santorini è un’isola di origine vulcanica, quindi molte delle sue spiagge hanno sabbia scura o pietre vulcaniche anziché sabbia bianca. Tuttavia, la bellezza delle sue acque cristalline e delle spettacolari scogliere vulcaniche compensa ampiamente la mancanza di sabbia bianca.

Per quanto riguarda i costi, purtroppo Santorini è un’isola molto cara con una grandissima offerta di alberghi di lusso e alcune sistemazioni più economiche sopratutto lontano dalla famosa caldera.

1. Imerovigli

La cappella di Agios Ioannis a Imerovigli
La cappella di Agios Ioannis a Imerovigli

Conosciuto anche come “il balcone dell’Egeo”, Imerovigli o Merovigli, è un villaggio che offre una vista panoramica mozzafiato sulla caldera ed è un luogo molto romantico e relativamente tranquillo. Situato a 3 km a nord-ovest del capoluogo Fira e a circa 300 metri dal livello del mare, Imerovigli è per me il posto migliore per dormire a Santorini.

Si dice che il villaggio ha preso il suo nome dall’esistenza di una piccola torre di avvistamento in quanto la sua posizione permetteva agli abitanti dell’isola nell’epoca dei pirati di osservare l’interna caldera e prepararsi nel caso di intrusi. In effetti, il suo nome è composto dalla parola “giorno”, che in greco si dice “mera” e la parola “veglia” che in greco si dice “vigla”.

È un posto con dei bellissimi hotel con spettacolari viste panoramiche e ottimi ristoranti dove si possono degustare i vini di Santorini. Invece non è il posto migliore per quanto riguarda la vita notturna visto che non ci sono molti bar e locali.

Vicino a Imerovigli c’è la vecchia fortezza di Skaros, una formazione rocciosa con delle rovine che una volta era la capitale della Santorini veneziana. Oggi il promontorio di Skaros è una destinazione popolare per l’escursionismo e la fotografia.

A imerovigli, come a tutta Santorini, ci sono anche tantissime chiese e cappelle. Le più caratteristiche sono la cappella di Panagia Theoskepasti, costruita sul bordo di una roccia di fronte a Skaros, affacciata sulla caldera, e la cappella di Agios Ioannis il Decapitato o “Katiforis” che si trova in fondo al sentiero tra Imerovigli e Skaros.

I migliori alloggi

2. Oia (Ia)

Il villaggio di Oia visto dall’isola di Thirassia
Il villaggio di Oia visto dall’isola di Thirassia

Situata sulla punta settentrionale dell’isola a circa 12 km da Fira, Oia si trova in cima a un’immensa scogliera che offre una vista magnifica sulla caldera e sulla isoletta di Thirassia. Famosa per le sue iconiche case bianche con tetto a cupola blu e i suoi tramonti infuocati, Oia è il villaggio più turistico di Santorini.

Si estende per quasi due chilometri lungo il bordo settentrionale della caldera a un’altezza compresa tra i 70 e i 100 metri. È un luogo storico, menzionato in vari racconti di viaggio anche prima dell’inizio del dominio veneziano nel XII secolo.

Ad Oia che è nota anche come Apano Meria o Pano Meria, ci sono case rupestri sull’orlo del cratere vulcanico, una volta utilizzate dall’equipaggio delle navi, e palazzi di architettura neoclassica costruiti da ricchi capitani nella fine del XIX secolo.

A lungo un paradiso per artisti e scrittori, oggi Oia è piena di gallerie d’arte, ma anche di negozi di souvenir, bar, ristoranti e taverne tradizionali. Inoltre ad Oia c’è un museo marittimo e in più si possono vedere dei resti di una fortezza veneziana.

I migliori alloggi

3. Fira

La moderna capitale di Santorini “Fira”
La moderna capitale di Santorini “Fira”

Il capoluogo di Santorini prende il suo nome dalla parola “Thira”, l’antico nome dell’intera isola. È costruita ad un’altitudine di 250 metri sul bordo della caldera nella parte occidentale di Santorini e offre delle viste panoramiche spettacolari dal sud di Capo Akrotiri al nord di Capo Agios Nikolaos.

Fira ospita tantissimi caffè, ristoranti e locali ed è di gran lunga la più animata località di tutta l’isola. In più, Fira è un paradiso per gli amanti della gastronomia che possono partecipare a corsi di cucina locale o visitare le cantine e le birrerie locali.

Inoltre, nella capitale ci sono numerose chiese, tra cui la Cattedrale di Ypapanti e le Tre Campane di Fira e un numero di musei che vale la pena visitare come il Museo Archeologico e il Museo della Thira Preistorica.

A Fira si trovano anche molte agenzie per prenotare gite in barca o escursioni guidate e nella sua piazza centrale che si chiama Plateia Theotokopoulou c’è la stazione di autobus e di taxi. E ovviamente la capitale offre una grandissima gamma di alberghi, ville e stanze in affitto. 

I migliori alloggi

4. Pyrgos

il villagio di Pyrgos durante la processione dell'Epitaffio
il villagio di Pyrgos durante la processione dell'Epitaffio

L’antica capitale di Santorini è il villaggio più alto dell’isola che offre una splendida vista panoramica su entrambi i suoi lati. Pyrgos o Pyrgos Kallistis o Kainourgiobourgo come era chiamato nel passato, si trova ai piedi del Monte Profitis Ilias circondato dai vigneti che producono gli acclamati vini bianchi Assyrtiko di Santorini.

Pyrgos è uno dei cinque castelli esistenti di Santorini. Può essere situato a soli 10 km da Fira ma sembra un mondo a parte. È molto differente sia dai villaggi della caldera che dalle spiagge di Santorini in quanto è riuscito a mantenere gran parte della sua semplicità e il suo fascino.

È un luogo vivo tutto l’anno perché i suoi abitanti si occupano della coltivazione delle viti nelle aziende vinicole dell’isola. Rimane pero un villaggio tradizionale che mantiene la sua architettura cicladica. Il suo castello veneziano e il borgo con le sue case costruite ad anfiteatro sono un monumento nazionale preservato dal 1995.

A Pyrgos ci sono varie chiese storiche tra cui anche il monastero del Profeta Ilias, una delle chiese più antiche dell’isola che risale al X secolo. L’ingresso della Vergine invece è una delle chiese più grandi dell’isola che offre un’atmosfera quasi mistica alla vigilia della festa della Vergine il 15 di Agosto ma anche a Pasqua durante la processione dell’Epitaffio.

A Pyrgos non ci sono tantissimi alloggi come nei villaggi della caldera pero si trovano alberghi, appartamenti e ville in affitto che nonostante lontane dalla caldera, ti sorprenderanno con la loro vista splendida.

I migliori alloggi

5. Kamari

Le case grotte di Santorini
Le case grotte di Santorini

Situato sulla costa est di Santorini, Kamari è un villaggio costruito su una delle famose spiagge di sabbia nera dell’isola. È uno dei villaggi più grandi e più nuovi di Santorini in quanto costruito dopo il terremoto del 1956. Si trova a 9 km da Fira ed è vicino all’aeroporto e a Mesa Vouno.

In cima alla montagna di Mesa Vouno si trova uno dei più grandi siti archeologici di Santorini. Si tratta delle rovine della città di antica Thira costruita nel IX secolo a.C. e abitata fino ai primi tempi bizantini.

Oggi Kamari è una cittadina moderna con negozi di ogni genere e molti ristoranti e caffè sulla spiaggia che è attrezzata e lunga 5 km. Ci sono anche varie attività acquatiche e diversi centri immersioni per godersi degli impressionanti fondali marini di Santorini.

Ai margini della baia di Kamari si trovano gli “Askitaria”, cioè grotte nella roccia, sia naturali che artificiali, dove vivevano gli asceti alla fine del XVII secolo.

A Kamari c’è una grande offerta di alloggi per tutti i budget. 

I migliori alloggi

6. Perissa

In giro per le spiagge dell’isola
In giro per le spiagge dell’isola

Simile a Kamari, Perissa è un villaggio costiero che si trova all’estremità sudorientale di Santorini a 13 km da Fira. Noto per la sua spiaggia si trova alla base del monte di Mesa Vouno che separa Perissa da Kamari.

Anche se più piccolo da Kamari, il villagio gode di una vita notturna intensa e offre molte attività per gente di tutte le età e di tutti gli interessi. La spiaggia di Perissa è attrezzata di lettini e ombrelloni e offre una gamma di sport acquatici, oltre a un parco giochi e un parco acquatico.

Nel villaggio si trovano mini market ed altri negozi, diversi caffè, ristoranti e taverne. In più, la spiaggia di Perissa si unisce a Perivolos, dove si possono trovare altri ristoranti, club e negozi.

Ai piedi del monte Mesa Vouno si trovano i resti della Basilica di Agia Irini che risale al V secolo e alla sua sommità si può vedere il sito archeologico di antica Thira e un panorama meraviglioso.

Perissa offre una ampia varietà di alberghi ed altre sistemazioni di tutti i gusti e tutte le tasche. 

I migliori alloggi

Quando andare a Santorini

La architettura tradizionale di Santorini con le iconiche case bianche a cupola
La architettura tradizionale di Santorini con le iconiche case bianche a cupola

Ovviamente, una destinazione talmente popolare come Santorini è affollatissima durante i mesi estivi, sopratutto nelle località più famose come Oia (che si pronuncia Ia) e il capoluogo Fira.

Questo significa che se si viaggia da Maggio a Settembre, che sono i mesi migliori per andare al mare, l’isola è stracolma, le sue stradine congestionate dal traffico e le attrazioni più famose come i mulini a vento di Oia piene di gente.

Per evitare troppa folla, potresti considerare la possibilità di pianificare la tua vacanza durante il mese di aprile o ottobre. Negli ultimi anni, almeno ad ottobre, il clima è ancora molto piacevole e con un po’ di fortuna potresti ancora goderti il mare.

Comunque per quanto possa essere eccessivamente turistica, Santorini non perde mai il suo fascino. Se non puoi programmare la tua vacanza fuori stagione, cerca almeno di prenotare una bella sistemazione con largo anticipo.

Cosa fare a Santorini

Le spettacolari viste panoramiche sulla caldera e i suoi tramonti infuocati, le case bianche con tetto a cupola blu, le spiagge vulcaniche e le diverse specialità gastronomiche, rendono l’siola di Santorini un luogo unico, conosciuto in tutto il mondo.

Se ti chiedi cosa fare a Santorini oltre a scattare foto per Instagram, passeggiando tra i pittoreschi vicoli con le case bianche e blu e ammirando i panorami sulla caldera, ecco una lista di esperienze da non perdere se decidi di visitare la perla delle isole greche.

Tuttavia, preparati bene, perché smettere di fare fotografie non sarà affatto facile, considerando che Santorini sembra fatta apposta per essere immortalata.

La splendida isola, che fu battezzata dai regnanti veneziani “Santa Irini” in dedica alla sua chiesa cattolica, offre una varietà di esperienze, dalle attività più rilassanti alle avventure più dinamiche, a seconda del tipo di vacanza che preferisci.

In ogni caso, queste dieci attività sono secondo me imperdibili.

1.Vedere il tramonto a Oia: Santorini è diventata famosa anche come destinazione per i viaggi di nozze a causa dei sui tramonti stupendi. Oia è famosa per offrire uno dei tramonti più spettacolari al mondo. Trova un bel posto e goditi lo spettacolo del sole che scompare dietro l’orizzonte. Assicurati di essere al tuo posto abbastanza prima dell’ora del tramonto se vuoi guadagnare un posto privilegiato.

2. Assaporare i vini locali: Santorini è famosa per la produzione di vini con una storia molto lunga. Fai una degustazione presso una delle numerose cantine dell’isola e scopri i vini prodotti dalle particolari uve locali. Cantine come Santo Wines, Gavalas Winery e Sigalas offrono degustazioni. Un buon vino è anche uno dei migliori souvenir da riportare a casa.

3. Esplorare Akrotiri: Non devi essere appassionato di archeologia per apprezzare i reperti di Akrotiri. Visita gli scavi archeologici di una città antica minoica sepolta da una delle eruzioni vulcaniche. Scopri le rovine ben conservate e la storia dell’insediamento, emerso solo nel 1967. Potresti abbinare la visita a Akrotiri con i due musei archeologici nella città di Fira e la visita a Antica Fira.

4. Fare un’escursione vulcanica: Un tempo l’isola era chiamata Strogili (cioè Rotonda), a causa della sua forma circolare, ma intorno al 1.500 a.C. il suo centro sarebbe sprofondato a seguito di una massiccia eruzione vulcanica che alcuni miti antichi allineano con l’affondamento di Atlantide.

A Santorini bellezza e stupore coesistono grazie sopratutto a la sua caldera, cioè questa grande insenatura vulcanica sommersa e circondata da imponenti scogliere a picco sul mare. Una delle esperienze più emozionanti è un’escursione guidata al vulcano.

Alcune escursioni includono visite alle sorgenti termali di Palaia Kameni, dove puoi fare un tuffo. Sull’isola di Nea Kameni, c’è un vulcano ancora attivo, e puoi camminare fino alla cima del suo cratere.

5. Assaporare la cucina locale: Goditi la cucina tradizionale greca in una delle numerose taverne dell’isola, come Kali kardia, To psaraki, Meze meze e altre ancora. Prova specialità locali come la fava di Santorini, l’insalata ai pomodorini e capperi, e ovviamente le delizie greche come moussaka, tzatziki e souvlaki.

6. Andare al mare: Stare nelle Cicladi e non approfittare del mare non è possibile. Santorini non è il miglior posto per andare al mare, dato che le sue spiagge sono poche e piccole. Ma l’esperienza può essere sorprendente. Cerca spiagge come Perissa, Agios Georgios, Perivolos, la spiaggia rossa, la spiaggia bianca, Vlihada e Kamari. In alternativa, partecipa a una crociera intorno all’isola per fare snorkeling nelle acque cristalline e goderti il panorama unico dalla barca.

7. Fare una gita in barca a Thirasia: Visita Thirasia e scopri un’isoletta di circa 300 abitanti, godendoti un’atmosfera originale che ricorda Santorini di 50 anni fa. Fatti un giro nella città principale di Manolas e tuffati a Korfos, dove potrai anche gustare del buon pesce.

8. Scoprire i villaggi tradizionali di Santorini, come Pyrgos. Esplora il villaggio di Pyrgos, con i suoi stretti vicoli e le tradizionali case delle Cicladi. Salire sulla cima del castello medievale che offre una vista panoramica sull’isola e visita la chiesa di Theotokaki del XVII secolo.

9. Visitare il Museo Gyzi Megaron a Fira. Scopri le collezioni del museo, ospitato in una dimora della famiglia veneziana Gyzi, come la collezione di incisioni autentiche con mappe, paesaggi e costumi delle isole Cicladi dal XV al XIX secolo, antichi manoscritti storici pubblici e privati di Santorini, dipinti, fotografie e altro ancora.

10. Scoprire l’arte e la cultura dell’isola visitando le gallerie locali, come l’Art Space, una galleria molto originale ospitata in una cantina storica nella quale puoi vedere un’esposizione di opere e quadri di artisti locali e nello stesso momento degustare dei vini locali.

Aspasia Kakari

Aspasia Kakari

Mi chiamo Aspasia e sono Greca. Sono nata in un’isola ma ho vissuto in diversi paesi del mondo. Amo viaggiare per il piacere di viaggiare. Per conoscere culture diverse, imparare nuove cose, vedere il mondo in un modo differente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *