Cerca
Close this search box.
I migliori musei di Lisbona

I migliori musei di Lisbona da vedere nel 2024

Sebbene non sia tra le prime città europee per il numero di musei e attrazioni culturali, Lisbona è una città ricca di storia e cultura che ospita circa 60 musei, per la maggior parte di piccole dimensioni ma molto interessanti. In questo articolo, troverai una lista dei musei più speciali di Lisbona che vale assolutamente la pena visitare durante le tue vacanze.

1. Museu Nacional do Azulejo

Nonostante si trovi fuori dal centro, il Museo Nazionale degli Azulejos è una tappa obbligata perché possiede una collezione unica di questa forma d’arte che caratterizza la città di Lisbona.

Effettivamente, queste piastrelle di ceramica decorate con design intricati e colorati sono ampiamente utilizzate nella decorazione di edifici, muri e pavimenti in tutta la città. Il museo, ospitato all’interno del convento Madre de Deus, di per sé molto suggestivo, contiene circa 300 opere squisite che narrano la storia del Portogallo negli ultimi secoli.

La collezione inizia dal XVI secolo, quando ha avuto origine questa forma d’arte, e arriva fino ai giorni nostri, rappresentando nature morte, scene della vita contemporanea, ritratti e persino momenti storici della città e del paese.

Tra i momenti salienti del museo c’è quello della Madonna della Vita, realizzato dal pittore Marçal de Matos alla fine del XVI secolo.

Se ti interessa esistono tour privati che, oltre a una visita al Museo, includono anche un tour tra gli azulejos più impressionanti di Lisbona e persino un workshop sulla lavorazione delle piastrelle. Se vuoi semplicemente visitare il Museo, potresti comprare il tuo biglietto online.

2. Museu Calouste Gulbenkian

La sala di arte islamica, Museo Calouste Gulbenkian
La sala di arte islamica, Museo Calouste Gulbenkian

Prima di visitare il Museo Gulbenkian, non riuscivo a capire quanto una collezione privata potesse essere così importante. Tuttavia, la raccolta del “Signor 5%” è una delle raccolte d’arte più significative al mondo e un vero tesoro di Lisbona che vale la pena esplorare.

Verso la fine del XIX secolo, l’armeno Calouste Gulbenkian fondò una compagnia petrolifera con la convinzione che il petrolio sarebbe diventato la principale fonte di energia nel mondo.

Alla fine della sua vita, era diventato una delle persone più ricche al mondo, il che gli permise di collezionare le opere d’arte più belle provenienti da diversi paesi. Anche se la sua collezione è presente in molti musei nel mondo, la maggior parte delle opere è esposta al Museu Calouste Gulbenkian a Lisbona.

La straordinaria collezione comprende opere d’arte provenienti da diverse epoche e culture, come pezzi dall’antico Egitto, opere d’arte orientale, manufatti greco-romani e dipinti di maestri europei come Rembrandt, Turner e Monet. Troverai anche mobili e oggetti d’arte decorativa.

Personalmente, trovo particolarmente straordinaria la sala dedicata all’arte islamica e orientale con piastrelle, arazzi, tappeti, vesti e oggetti in vetro, soprattutto provenienti dalla Persia, dalla Turchia e dalla Siria. Molto impressionanti sono anche la statua in marmo di Diana di Jean-Antoine Houdon e la Figura di un vecchio di Rembrandt.

Il Museo si trova nel quartiere di Avenidas Novas che è tra le migliori zone dove dormire a Lisbona.

3. Museu dos Coches

Un altro museo davvero interessante e unico nel suo genere che non troverai in molti altri paesi è il Museo Nazionale delle Carrozze.

Questo museo ospita la più grande collezione al mondo di carrozze d’epoca. La sua collezione racconta la storia di come le carrozze sono passate da mezzi di trasporto comuni a simboli stravaganti di ricchezza e potere.

Il museo presenta le carrozze in modo ordinato, seguendo la cronologia dalla fine del XVI secolo al XIX secolo. Si trova nella zona di Belem e si estende su due edifici, esponendo carri non solo dal Portogallo, ma anche dall’Italia, dalla Spagna, dalla Francia e dal Regno Unito.

In origine, il museo era situato nella vecchia sede della Scuola Portoghese di Arte Equestre, che all’inizio del XX secolo ha iniziato ad ospitare le carrozze della famiglia reale e di altre famiglie nobili del paese.

Dal 2015, il museo si è ampliato con una seconda sede molto più grande che ospita molti dei carri del museo, oltre ad altri oggetti. Per vedere bene il muso ti consiglio di prendere un biglietto con audioguida.

4. MNAC - Museu Nacional de Arte Contemporânea do Chiado

Mostra "Rare Earth" di Tony Cragg, MNAC do Chiado
Mostra "Rare Earth" di Tony Cragg, MNAC do Chiado

Uno dei pochi musei nel centro storico di Lisbona è il Museo Nazionale di Arte Contemporanea del Chiado, uno dei musei d’arte contemporanea più antichi in Europa e nel mondo.

Fondato nel 1911, ha riaperto nel 1994 con il suo attuale nome dopo una pausa causata da un incendio a Chiado. Nonostante le sue dimensioni ridotte, il museo espone opere di scultura, pittura e disegno realizzate dai principali artisti portoghesi del romanticismo, naturalismo e arte moderna.

Il museo è ospitato nell’antico Convento di San Francesco (São Francisco), un edificio di origine medievale restaurato dall’architetto francese Jean-Michel Wilmotte.

La sua collezione permanente comprende circa cento opere d’arte, tra cui lavori di artisti come António Carneiro, Mário Eloy, António Silva Porto, Auguste Rodin e molti altri.

Oltre a presentare opere di artisti portoghesi degli ultimi 150 anni, il museo organizza anche mostre temporanee di artisti di rilevanza mondiale nell’ambito dell’arte contemporanea. Il museo vanta un cortile con sculture che durante l’estate ospita eventi e concerti di jazz.

Se ti interessa visitare il museo di arte contemporanea, potresti considerare l’acquisto della Lisbon Card, disponibile per 24, 48 o 72 ore. Questa carta ti offre ingresso gratuito alle principali attrazioni e accesso gratuito illimitato al sistema di trasporto pubblico.

5. MNAA - Museu Nacional de Arte Antiga

Il Museu Nacional de Arte Antiga (MNAA) si trova nel Palazzo di Alvor-Pombal ed è uno dei musei più visitati del Portogallo.

Questa antica residenza del famoso Marchese di Pombal, costruita sulle rovine di un monastero distrutto dal terremoto del 1755, ospita importanti opere d’arte provenienti non solo dal Portogallo ma anche dall’Europa, dall’Asia, dall’Africa e dalle Americhe, coprendo un periodo di mille anni.

Il museo fu fondato nel 1884 per esporre le collezioni della famiglia reale portoghese e dell’Accademia Nazionale di Belle Arti. Nel corso del tempo, la sua collezione si è ampliata notevolmente quando è stato trasformato in museo.

I suoi 40.000 oggetti formano una vasta collezione che include dipinti, sculture, mobili, tessuti, ceramiche e altri manufatti creati da artisti portoghesi ed europei attraverso vari secoli.

Tra i pezzi più notevoli ci sono opere di Hieronymus Bosch, Raffaello, Hans Holbein e molti altri. Ci sono anche esposizioni di ceramiche, mobili e manufatti dall’Africa, dall’Asia e dalle Americhe, riflettendo l’impatto culturale del Portogallo.

Situato nella zona di Lapa, il museo dispone di bellissimi giardini dove puoi anche goderti un caffè. Se ti interessa, potresti comprare il tuo biglietto online.

6. Museu do Fado

Ancora un museo speciale a Lisbona è il Museo del Fado, un omaggio al Fado e ai suoi cultori, a partire dalla Lisbona ottocentesca.

Per chi non lo conosce, il Fado è un genere musicale tradizionale portoghese, spesso caratterizzato da testi malinconici e lirici, accompagnati da melodie commoventi suonate con la chitarra portoghese.

Il Museo del Fado si trova nel cuore del quartiere di Alfama, noto per essere il quartiere tradizionale di Lisbona e uno dei luoghi più autentici della città. Ha aperto le sue porte nel 1998, celebrando l’eccezionale valore del Fado come simbolo identificativo della città di Lisbona.

È un museo che ti aiuterà a comprendere il contesto storico e sociale in cui questo genere musicale è emerso e si è evoluto. Nel museo troverai oggetti, documenti e memorabilia che raccontano la sua storia e suo sviluppo. 

Ciò include strumenti musicali tradizionali come la chitarra portoghese, costumi, registrazioni e altri oggetti correlati al genere. Inoltre, il museo offre un’esperienza immersiva nella cultura del Fado, che include veri e propri concerti con artisti del calibro di Marta Rosa, Ricardo Ribeiro e altri ancora.

Per trovare il programma degli eventi, potresti visitare il sito del Museo del Fado.

Aspasia Kakari

Aspasia Kakari

Mi chiamo Aspasia e sono Greca. Sono nata in un’isola ma ho vissuto in diversi paesi del mondo. Amo viaggiare per il piacere di viaggiare. Per conoscere culture diverse, imparare nuove cose, vedere il mondo in un modo differente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *