Cerca
Close this search box.
Cosa vedere a New York in 3 giorni

Cosa vedere a New York in 3 giorni: itinerario completo

La verità è che a me nemmeno tre mesi sono stati sufficienti per vedere tutto ciò che volevo a New York. Comunque, in questo articolo ho cercato di includere le attrazioni più importanti della “capitale del mondo” in soli tre giorni.

La scelta non è stata facile perché il fascino di New York risiede nella sua pluralità. New York è la “città delle città”, un luogo unico in cui puoi ascoltare più di 400 lingue, assaporare cibo da tutto il mondo e immergerti in una varietà di generi musicali.

È una città che non permette al suo affascinante passato di oscurare il fascino del suo presente. È una città che affascina sia con la vista dei suoi grattacieli che con l’atmosfera dei suoi seminterrati. Insomma, New York è New York e ogni viaggio, non importa quanto sia lungo o breve, vale la pena.

Una delle viste da One World Trade Center
Una delle viste da One World Trade Center

Se ti piace camminare, in 3 giorni puoi girare Manhattan, che è il cuore di questa immensa città, visitando la maggior parte delle attrazioni e i rinomati quartieri di New York. Manhattan, che per alcuni è sinonimo di New York, anche se è il più piccolo dei 5 boroughs (cioè i distretti) della città, è l’area metropolitana più grande al mondo per numero di abitanti ma anche di miliardari.

Se visiti New York per la prima volta e non sai cosa vedere e a cosa rinunciare, questo itinerario ti aiuterà a capire come potresti meglio organizzare il tuo tempo per vivere momenti indimenticabili nella Grande Mela”.

Primo giorno: Memoriale 11/9, Osservatorio One World, Battery, Ellis island, Wall Street, Ponte Brooklyn, Chinatown

9/11 Memorial, New York City
9/11 Memorial, New York City

Inizia la tua prima giornata da Lower Manhattan, conosciuta anche come Downtown Manhattan o Downtown New York City. È la parte più meridionale di Manhattan che nel 1626 è stata acquistata dai nativi americani per circa 25 dollari e alcune perle di vetro.

Qui si trova il distretto finanziario di New York che un tempo ospitava le Torri Gemelle. Prenditi il tuo tempo per rendere omaggio al Memoriale dell’11 settembre e poi dirigiti verso il grattacielo costruito dopo la distruzione delle due torri.

L’One World Trade Center è l’edificio più alto dell’emisfero occidentale. Dal 101° piano dell’osservatorio si gode di una vista davvero incredibile di tutta la città. Acquista il tuo biglietto online per evitare la fila e, se vuoi provare la sua cucina, non dimenticare di prenotare anche un tavolo.

Dopo le spettacolari viste dell’One World, potresti camminare per una quindicina di minuti fino al Battery Park, che prende il nome dalle batterie di artiglieria posizionate per proteggere l’insediamento di New Amsterdam da attacchi dal mare.

Situato all’estremità meridionale di Manhattan, Battery è un parco storico con vista sul porto di New York da dove puoi prendere un battello per Staten Island, Ellis Island, Liberty Island e Governors Island.

La iconica statua della Liberta sulla rocciosa Liberty island
La iconica statua della Liberta sulla rocciosa Liberty island

La Statua della Libertà, gran simbolo della città e di tutti gli Stati Uniti, è senza dubbio una tappa obbligata. La statua di Libertas, la dea romana della libertà, è alta 46 metri, ma l’intero monumento che si trova nel centro della baia di Manhattan su Liberty Island è alto 93 metri.

Oltre a vedere da vicino la statua, ti consiglio vivamente di visitare Ellis Island, che è praticamente un museo. Il Museo dell’Immigrazione mostra le storie di 12 milioni di immigrati, tra qui tantissimi Italiani, che sono passati dall’isola dal 1892 al 1954 prima di entrare a New York City. Ellis island ti aiuterà a capire meglio la storia di New York.

Assicurati di tornare dalle isole prima del calare del sole per fare in tempo a vedere il tramonto dal iconico Brooklyn Bridge. Se riesci, fai un salto nella famosa Wall Street per vedere l’edificio della borsa e non dimenticare di toccare il Toro di Wall Street, la statua di bronzo chiamata “Charging Bull” che porta fortuna.

Katz's Delicatessen, Lower East Side
Katz's Delicatessen, Lower East Side

Il Ponte di Brooklyn dista una decina di minuti a piedi da Wall Street e una ventina da Battery. Soprattutto durante il tramonto, vale la pena fare una passeggiata lungo il ponte, anche se non hai tempo di raggiungere Brooklyn, solo per ammirare un altro spettacolare panorama dello skyline di questa città delle miliardi di luci.

Per cena, ti consiglio di provare l’esperienza di Chinatown, che dista una quindicina di minuti a piedi dal ponte. Chinatown è praticamente il ritrovo dei foodies di New York che ormai include anche Little Italy. Se ti piace il piccante, potresti provare lo Spicy Village in Eldridge Street. Se invece vuoi avere “quello che ha preso la signorina” (dalla pellicola “Harry, ti presento Sally”), dovresti arrivare fino a Lower East Side per trovare il famoso Katz’s Delicatessen e provare il suo noto sandwich con pastrami.

Suggerimento: Se vuoi risparmiare il 40% sulla visita alla Statua della Libertà e a Ellis Island, oltre che su altre 4 principali attrazioni di New York, potresti considerare l’acquisto del New York CityPASS. Così avrai un biglietto prenotato per la traversata con il traghetto di Statue City Cruises da e per Liberty Island e Ellis Island, con la possibilità di visitare le attrazioni a tuo piacimento nell’arco di 9 giorni.

2o giorno: MET, Central Park, 5th Avenue, Cattedrale di San Patrizio, Times Square, Empire State Building, Broadway

La fontana Bethesda al centro di Central Park
La fontana Bethesda al centro di Central Park

Inizia la mattina del tuo secondo giorno dall’Upper East Side, che è uno dei quartieri più ricchi di Manhattan. Se ti appassiona l’arte e ti piacciono i musei, non saprai cosa scegliere nella zona chiamata “Museum Mile” (“il miglio dei musei” in italiano), dove si concentrano diversi musei, tra cui il MET, il famoso Metropolitan Museum of Art.

Se fossi a New York per la prima volta, inizierei dal MET, che è il più grande museo d’arte delle Americhe e uno dei musei più visitati del mondo. Non pensare che riuscirai a vedere tutto in poche ore, ma potrai almeno visitare le sezioni che ti interessano di più.

E se il MET non è il primo nella tua lista di cose da vedere, il Museo Guggenheim, che fa parte di un sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO, si trova a soli 7 minuti a piedi a nord del MET. Invece, a 7 minuti in taxi (oppure mezz’ora a piedi) a sud dal MET si trova un altro museo simbolo, il Museo d’Arte Moderna noto come MoMA.

In ogni caso, ti consiglio di passare la mattina immerso nell’arte di New York, dopo aver prenotato online i biglietti per il museo che ti interessa di più. Dopo la visita al museo, potresti mangiare qualcosa e riposarti al Central Park, che è il parco pubblico più famoso al mondo e sicuramente uno dei più cinematografici.

Si trova tra l’Upper East Side e l’Upper West Side di Manhattan ed è bellissimo in tutte le stagioni. Fino al 1840, era una palude con numerosi recinti per i maiali, ma oggi è il set di molte pellicole hollywoodiane. Contiene vari sentieri, laghi artificiali, piste di pattinaggio, campi da gioco, uno zoo, ecc.

Times Square, NYC
Times Square, NYC

Al Central Park, potresti passare ore, ma dato che il tempo è limitato, ti suggerisco di visitare il Bow Bridge, oppure il Belvedere Castle e passare per il Memorial Strawberry Fields dedicato a John Lennon. Cerca di uscire dalla uscita a sud-est del parco per avere l’opportunità di dare un’occhiata a alcune delle più famose attrazioni lungo la Fifth Avenue, come ad esempio l’Hotel Plaza o il Tiffany & Co.

A soli 10 minuti a piedi dalla uscita del parco, troverai la caratteristica cattedrale cattolica di San Patrizio (Saint Patrick’s Cathedral), simbolo della città, costruita in stile neogotico nella seconda metà del XIX secolo con i contributi dei cittadini, tra cui migliaia di immigrati.

Dalla cattedrale, puoi raggiungere in un’altra decina di minuti a piedi l’altro grande simbolo della città, Times Square, la famosa piazza con grandi cartelloni pubblicitari al neon, sempre affollata di persone provenienti da tutto il mondo.

Times Square si trova a Midtown, il centro di Manhattan, dove si dice che si possa respirare la vera atmosfera della città. Midtown è anche una delle migliori zone dove alloggiare a New York.

Dopo un breve riposo a osservare la varietà di persone che passano da Times Square, puoi dirigerti verso l’Empire State Building, un grattacielo Art Déco di 102 piani che un tempo era l’edificio più alto della città.

Dalla piattaforma di osservazione dell’Empire State Building, che dista una quindicina di minuti dalla piazza, puoi godere di una delle migliori viste dello skyline di Manhattan, fino al Distretto Finanziario e il mare. All’interno dell’edificio si trova lo State Grill and Bar, dove potresti cenare o prendere un drink.

Se dopo cena hai ancora energia, puoi passeggiare per Broadway, che è praticamente un viale pieno di teatri famosi, dove visitatori da tutto il mondo vengono per vedere i musical più importanti della stagione. Naturalmente, è meglio prenotare il tuo biglietto online prima di partire.

3o giorno: Washington Square Park, Via Perry, Mercato Chelsey, Museo Whitney, High Line, Vessel, Smalls Jazz Club

Perry Street. Greenwich Village
Perry Street. Greenwich Village

Ti consiglio di passare il tuo terzo giorno a New York nel quartiere del West Village, che è la parte più occidentale del Greenwich Village ed è sinonimo dell’affascinante vita newyorchese. Potresti cominciare dal Washington Square Park, che è il centro della vita studentesca della New York University.

Dal parco, potresti camminare per una decina di minuti per raggiungere la casa di Carrie Bradshaw di “Sex and the City” oppure la casa dei personaggi di “Friends” all’angolo tra Bedford e Grove Street.

Se non ti interessano i luoghi delle riprese cinematografiche, potresti esplorare la controcultura del Greenwich Village con un tour a piedi di 2 ore per scoprire i luoghi leggendari frequentati da artisti del calibro di Jimi Hendrix, Bob Dylan ed Edgar Allan Poe.

In alternativa, facendo una passeggiata per le bellissime strade residenziali della zona, troverai deliziosi posti per fare brunch, piccoli caffè e boutique interessanti.

Verso l’ora di pranzo, la tappa dovrebbe essere il mercato di Chelsea, che dista una decina di minuti a piedi. Il Chelsea Market è una vecchia fabbrica del 1890 trasformata in un meraviglioso mercato con cucine di varie culture che hanno influenzato New York. Troverai anche diversi negozi di souvenir, brands, caffè e ristoranti. Dal Chelsea Market, in una decina di minuti sempre a piedi, per esplorare al meglio questo bellissimo quartiere, raggiungerai il Museo Whitney, un museo d’arte situato nel Meatpacking District che si concentra sull’arte americana del XX e XXI secolo.

Probabilmente non avrai il tempo di visitarlo tutto, per questo ti consiglio di iniziare dall’alto e procedere scendendo. Oltre alle emozioni forti che ti offriranno le opere del museo, prenditi il tempo per goderti la vista sulla città e sul fiume Hudson dalla terrazza dell’ottavo piano, magari prendendo un caffè dallo Studio Bar & Cafe del Museo.

The Vessel, Hudson Yards
The Vessel, Hudson Yards

Uscendo dal museo, potresti riposarti su una panchina dell’High Line. Si tratta di un parco lineare sopraelevato lungo 2,33 km sopra le strade del West Side di Manhattan, con oltre 500 specie di piante e alberi. È un bellissimo posto per passeggiare soprattutto al tramonto e vedere varie opere d’arte e spettacoli di livello mondiale, gratuiti.

Sulla “linea alta” potrai anche ammirare l’imponente “Vessel” (la nave) di Hudson Yards, un’opera d’arte a forma di scala a chiocciola composta da 154 rampe di scale interconnesse, 2.500 gradini e 80 pianerottoli.

Per concludere la giornata, ti propongo di prendere un taxi per il Smalls Jazz Club, un famoso seminterrato che gode della reputazione di essere uno dei posti migliori in città per scoprire i talenti emergenti della scena jazz di New York.

Ma prima di “deliziare” le tue orecchie con la musica, se hai fame, a soli 3 minuti da Smalls si trova uno dei migliori ristoranti della zona. Si chiama Via Carota, si trova in Grove Street ed è un ottimo posto per vivere l’atmosfera del West Village di oggi e assaggiare la cucina Italiana di New York.

Suggerimento: Se vuoi goderti al massimo Manhattan in 3 giorni, dovresti pianificare le zone da visitare ogni giorno e prenotare la tua cena per assaporare i migliori piatti di New York.

Una serata dallo Smalls
Una serata dallo Smalls
Aspasia Kakari

Aspasia Kakari

Mi chiamo Aspasia e sono Greca. Sono nata in un’isola ma ho vissuto in diversi paesi del mondo. Amo viaggiare per il piacere di viaggiare. Per conoscere culture diverse, imparare nuove cose, vedere il mondo in un modo differente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *