Cerca
Close this search box.
Vacanze responsabili a Malta

Vacanze responsabili a Malta

Malta è un gioiello mediterraneo con una ricca storia, paesaggi mozzafiato e una biodiversità unica. Se vuoi godere appieno le sue bellezze senza compromettere il futuro dell’arcipelago, cerca di adottare pratiche turistiche responsabili, rispettando l’ambiente fragile delle isole e sostenendo la comunità locale. In questo blog di viaggi, scoprirai sette modi per praticare il turismo responsabile a Malta.

1. Viaggia fuori stagione

L'Auberge de Castille a Ottobre
L'Auberge de Castille a Ottobre

Evita i mesi estivi per esplorare le isole di Malta senza affrontare le folle estive. In questo modo, eviterai anche l’uso eccessivo dell’aria condizionata, contribuendo a ridurre l’impatto ambientale.

Se, ad esempio, pianifichi i tuoi viaggi nei mesi di aprile e maggio o di settembre e ottobre, troverai temperature piacevoli a Malta, talvolta sufficienti per fare un bagno in mare senza rinunciare alle escursioni alle attrazioni naturalistiche del paese.

Inoltre, a Malta ci sono eventi interessanti tutto l’anno, come il festival medievale di Mdina, che di solito si tiene in aprile, e il festival delle fragole di Mgarr. Un altro ottimo mese per esplorare le isole di Malta è ottobre, con la Notte dei Musei a La Valletta, il Festival del cibo locale e il Festival del Cioccolato a Hamrun.

2. Viaggia in modo sostenibile

Camminando lungo il lungomare di Sliema.
Sliema

Se hai tempo a disposizione, evita di prendere un volo per raggiungere Malta. Invece, considera l’utilizzo di mezzi di trasporto a basse emissioni di carbonio come autobus e traghetto.

Se devi assolutamente prendere l’aereo, cerca almeno un volo con basse emissioni di carbonio attraverso i filtri di Google o un’agenzia specializzata. Una volta a Malta, opta per mezzi di trasporto sostenibili. Cerca di evitare l’uso di auto private e taxi il più possibile e, invece, utilizza i mezzi pubblici, la bicicletta o cammina.

Ad esempio, potresti fare una passeggiata tra Sliema e St Julian’s o prendere il traghetto da Sliema a La Valletta. Anche se i mezzi di trasporto eco-friendly potrebbero richiedere più tempo, ti offriranno l’opportunità di immergerti meglio nella cultura locale e di connetterti con gli abitanti del luogo.

3. Evita le piscine

Rilassandosi a Exiles
Rilassandosi a Exiles

Se vuoi evitare di contribuire al problema della scarsità d’acqua in un paese minacciato dalla desertificazione, è consigliabile astenersi dall’uso delle piscine e privilegiare le piscine naturali.

I grandi hotel con piscine richiedono una quantità eccessiva di acqua e consumano un’elevata quantità di energia. In particolare, in un paese insulare come Malta, privo di laghi e fiumi naturali, l’acqua dolce è un bene prezioso e dovrebbe essere impiegata principalmente per soddisfare le esigenze fondamentali della popolazione, come l’agricoltura.

Fortunatamente, le coste del paese sono piene di insenature naturali con acque verde-azzurre, ideali sia per il nuoto che per lo snorkeling. Dalla Laguna Blu di Comino, situata tra le isole di Malta e Gozo, alle piccole piscine di pietra lungo il lungomare di Sliema, ad esempio nella zona di Exiles, esistono varie opzioni, più o meno frequentate, per fare tuffi straordinari o semplicemente per rilassarsi.

4. Scegli un alloggio eco-sostenibile

La scelta di un alloggio eco-compatibile a Malta può avere un impatto positivo sull’ambiente del paese e sulla comunità locale. Gli alloggi sostenibili solitamente adottano misure per il risparmio energetico, utilizzando sistemi di illuminazione a basso consumo, apparecchi elettrici efficienti, e soluzioni di riscaldamento e raffreddamento sostenibili. Questo contribuisce a ridurre la domanda complessiva di energia.

Alcune strutture integrano addirittura tecnologie a basse emissioni di carbonio, come pannelli solari o sistemi di climatizzazione ecologici, contribuendo a minimizzare l’impatto ambientale, particolarmente importante in un paese come Malta, sensibile alle questioni ambientali.

Inoltre, spesso implementano pratiche di gestione sostenibile delle risorse, quali il riciclo dei rifiuti, l’uso responsabile dell’acqua e l’adozione di materiali da costruzione eco-friendly.

Infine, gli alloggi eco-compatibili collaborano frequentemente con fornitori locali e adottano pratiche commerciali etiche, contribuendo così a sostenere l’economia locale, a promuovere l’occupazione e il benessere della comunità.

Se non hai ancora deciso dove dormire a Malta, trova la località che meglio si adatta alle tue esigenze.

5. Supporta initiative locali

Il monumento in onore della giornalista Daphne Caruana Galizia nella capitale di Malta.
Il monumento in onore della giornalista Daphne Caruana Galizia nella capitale di Malta.

Prima di intraprendere un viaggio, è fondamentale informarsi sulle questioni che il paese in destinazione sta attualmente affrontando. Dedica del tempo a comprendere le sfide sociali ed economiche che la popolazione di Malta sta fronteggiando, esaminando possibili modi per sostenere le iniziative volte a risolverle. Un problema rilevante che colpisce Malta è la corruzione, con il settore finanziario del paese sotto stretta osservazione negli ultimi anni a causa di preoccupazioni legate al riciclaggio di denaro e alle frodi finanziarie. Anche l’Unione europea ha criticato Malta per le misure insufficienti contro la corruzione. L’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia nel 2017 ha sollevato ulteriori preoccupazioni riguardo alla libertà di stampa e all’indipendenza del sistema giudiziario maltese. Se vuoi sostenere la società di questo splendido paese, considera la possibilità di effettuare una donazione alla Fondazione “The Daphne Caruana Galizia Foundation“.

6. Acquista prodotti e servizi locali

Statuetta di San Lorenzo in cera, decorata a mano
Statuetta di San Lorenzo in cera, decorata a mano

Il turismo gioca un ruolo chiave nell’economia maltese, attirando circa 2,5 milioni di visitatori ogni anno e contribuendo al 30% del PIL del paese. Tuttavia, spesso la popolazione locale non beneficia appieno di questi guadagni.

Se desideri assicurarti che i tuoi fondi abbiano un impatto positivo sulla comunità, pensa di scegliere piccoli hotel a gestione familiare, bed & breakfast o pensioni anziché optare per le grandi catene internazionali. Inoltre, evita le crociere di massa e le offerte dei tour operator internazionali, dando la preferenza a guide turistiche locali e agenzie del luogo.

Infine, privilegia i prodotti locali, come l’artigianato, che puoi trovare nei mercati aperti di La Valletta, Rabat, Zejtun, Qormi e Gozo. Non dimenticare di esplorare il Ta’ Qali Crafts Village ad Attard, il Ta’ Dbiegi Crafts Village sull’isola di Gozo, il mercato domenicale di Marsaxlokk e il mercato delle pulci di Birgu.

7. Entra in contatto con la gente del posto

Parla con la gente, scopri i loro punti di vista e la loro cultura. Non è necessario sposare la loro prospettiva, ma gli scambi di informazioni e opinioni arricchiscono entrambe le parti. Un viaggio ti offre l’opportunità di incontrare persone diverse e imparare cose nuove.

Approfitta di questa opportunità per superare gli stereotipi e i pregiudizi. Non ha senso cercare di mangiare il cibo che consumi a casa o ascoltare la musica che ascolti abitualmente quando sei in vacanza.

Nonostante la cucina e la cultura maltesi siano vicine a quelle italiane, prova qualcosa di nuovo e cogli gli aspetti positivi di ogni cultura da portare con te a casa. Questa è la bellezza del viaggio: i popoli si conoscono e si comprendono meglio, superando la paura dell’ignoto.

* In questo post potrebbero esserci link di affiliazione a Booking o altri siti. Ciò non cambia nulla per te, ma per me significa molto in quanto mi offre la possibilità di mantenere vivo questo blog.

Picture of Aspasia Kakari

Aspasia Kakari

Mi chiamo Aspasia e sono Greca. Sono nata in un’isola ma ho vissuto in diversi paesi del mondo. Amo viaggiare per il piacere di viaggiare. Per conoscere culture diverse, imparare nuove cose, vedere il mondo in un modo differente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *