Cerca
Close this search box.
Viaggiare slow in Grecia

Viaggiare slow in Grecia

Chi va piano, va lontano. E questo si sa dall’epoca di Esopo. Oggi pero, si sa anche che chi viaggia piano, apprezza meglio e sostiene di più il posto che visita. Chi viaggia lento, vive esperienze più autentiche e rispetta l’ambiente il più possibile. E questi sono alcuni dei benefici del “turismo slow”.

Lo “slow travel”, che è nato in controtendenza con il turismo di massa, consiste di utilizzare mezzi di trasporto e alloggi più sostenibili e spendere tempo per conoscere meglio la cultura e la gente di un posto. È un modo di viaggiare che dà più significato alle nostre vacanze e riduce il nostro impatto ambientale.

Lasciamo quindi da parte le destinazioni più turistiche, visitiamo meno posti ma ne rimaniamo più tempo, viaggiamo fuori stagione, prendiamo meno voli e usiamo più il treno o la bicicletta. Insomma, ci diamo del tempo per scoprire il mondo che si nasconde dietro le nostre selfie. Come si può fare?

La Grecia è un paese con una ricchezza biologica tra le più alte in Europa e nel Mediterraneo.
La Grecia è un paese con una ricchezza biologica tra le più alte in Europa e nel Mediterraneo.

Opzioni di turismo lento in Grecia

Il turismo slow non è una tendenza da seguire semplicemente perché va di moda. Viaggiare lentamente, in una maniera più responsabile, è una necessità. È vero che conoscere il mondo attraverso i viaggi può essere un’esperienza bellissima ma bisogna capire che il turismo può anche distruggere gli ecosistemi, i paesaggi e la cultura delle nostre mete preferite.

Se non si sviluppa in una maniera sostenibile, il turismo può avere degli effetti molto negativi come, per esempio, l’inquinamento ambientale. In effetti, il settore turistico costituisce la quarta fonte di inquinamento in Europa.

Inoltre, i paesi più turistici del vecchio continente come la Grecia, soffrono molto dell’iperturismo. Siti archeologici come l’Acropoli ricevono oltre di un milione di visitatori alla settimana ogni Agosto. E ogni estate alcune delle isole più amate della Grecia ricevono un numero di turisti tre o quattro volte più grande dal numero dei loro abitanti.

Tuttavia, la Grecia è molto di più dalle sue isole più battute come Mykonos e Santorini. È un paese con oltre 6.000 isole tra cui 227 isole abitate. Oltre a ciò, dotato di una varietà incredibile di ecosistemi e paesaggi, la Grecia è un paese con una ricchezza culturale e biologica tra le più alte in Europa e nel Mediterraneo.

Con 1249 aree protette (cioè il 30,22% del suo terreno e il 19,41% delle sue acque marine) e più di 10 parchi naturali, la Grecia è un luogo perfetto per sperimentare questa filosofia di viaggiare lento che si contrappone ai frenetici ritmi della vita di oggi e contribuisce alla mitigazione del cambiamento climatico.

Destinazioni slow a Icaria, Karpathos, Monte Olimpo e Messinia

Negli ultimi anni la Grecia ha rinnovato la sua offerta turistica, cercando di valorizzare le sue bellezze e i suoi prodotti naturali e di garantire una distribuzione equa tra le comunità locali. A differenza di altri paesi occidentali, in Grecia tutt’oggi si possono trovare molti posti fuori dalle rotte turistiche, dove si può vivere delle esperienze indimenticabili e mangiare bene e sano, senza spendere troppo.

1. Impara i segreti della longevità a Icaria

Mountain Hiking a Icaria
Mountain Hiking a Icaria

Sapevi che l’isola di Icaria (o Ikaria) è uno dei 5 posti del mondo dove le gente vive più a lungo? Icaria è un’isola Greca situata nell’Egeo centro-orientale conosciuta come una delle principali “zone blu” del mondo, cioè è un luogo in cui la speranza di vita è notevolmente più alta rispetto alla media mondiale.

Il nome dell’isola deriva dal mito di Icaro che secondo la leggenda precipitò in mare di fronte all’isola, dove fu seppellito dal padre Dedalo. Si tratta di un’isola che diversamente dalla maggioranza delle isole dell’Egeo, ha grande abbondanza di acqua: centinaia di sorgenti di acqua e molte fonti termali.

Inoltre, Icaria è caratterizzata dalla presenza sul suo territorio di una molteplicità di habitat naturali, fra cui alcuni dei più significativi del mar Egeo. Oltre a ciò, secondo diversi studi recenti, nell’isola c’è la più alta percentuale di novantenni del pianeta. Quasi un abitante su tre raggiunge i 90 anni.

Gli icariani hanno una percentuale del 20% minore di casi di cancro e il 50% di percentuale in meno per quanto riguarda le malattie del cuore. In più, la demenza è quasi inesistente. Non si sa esattamente quale è il loro segreto ma quel che si sa è che gli Icariani vivono al proprio ritmo. Amano fare le passeggiate, bere il vino rosso, vivere in comunità e fare delle buone feste.

Se stai cercando un posto per sperimentare la vita lenta e passare un po’ di tempo senza stress, l’isola di Icaria è il posto migliore per iniziare. Potrai trovare spiagge con acque cristalline, assaggiare dei piatti deliziosi e ballare come mai in vita tua.

Sulla isola di Icaria c’è Ikarian Center, una scuola di lingue con un guesthouse che organizza tour lenti per scoprire questa bellissima isola e diverse attività con la gente del posto.

2. Scopri la selvaggia bellezza di Karpathos

La isola di Karpathos (Scarpanto) si trova sulla via marittima tra Rodi e Creta e segna, insieme alla isola di Caso, il limite sudorientale del mar Egeo. Questa terra attraversata da una catena montuosa,
è un’isola unica di una bellezza selvaggia e delle tradizioni millenari.

Sull’isola che secondo la mitologia Greca, fu inizialmente abitata dal Titano Impeto, figlio di Urano e Gaia, si produce il formaggio, il miele e il vino. Si può fare il trekking, la degustazione dei vini locali, l’apicoltura, l’osservazione degli uccelli e i corsi della cucina tradizionale.

Le spiagge dell’isola possono essere divise in 4 grossi raggruppamenti: le spiagge della costa est che sono più riparate, di dimensioni più ridotte e tendenzialmente ghiaiose o ciottolose; le spiagge della parte meridionale dell’isola in zona aeroporto, che sono di sabbia fine e bianca; le spiagge della costa ovest che sono le più esposte ai “meltemi” (i venti secchi del Mar Egeo) per cui sono accessibili solo in condizioni di scarso vento; e le spiagge della parte nord dell’isola, che sono accessibili quasi solamente via mare.

Se vuoi esplorare questa isola fuori delle rotte turistiche per sperimentare il turismo slow, c’è l’Ecotourism Karpathos, che ti può aiutare a scoprire la sua bellezza naturale e le sue tradizioni.

3. Vaga per i mitici sentieri dell'Olimpo

Raggiungendo il Monte Olimpo
Raggiungendo il Monte Olimpo

Il Monte Olimpo è stato una fonte di ispirazione per innumerevoli miti con antiche divinità greche e leggende mitiche. La casa dei “Dodici Dei” olimpici, secondo la religione degli antichi greci, è la montagna più alta della Grecia e la seconda più alta dei Balcani, dopo la Rila in Bulgaria.

La forma dell’Olimpo è stata formata dalla pioggia e dal vento, che hanno prodotto una torre isolata a quasi 3.000 metri dal livello del mare. La montagna che dista solo 18 km dalla cittadina di Litochoro, ha molti picchi e una forma quasi circolare.

Il Monte Olimpo è stato il primo parco nazionale in Grecia dal 1938. Poco dopo, il Ministero della Cultura greco ha dichiarato l’Olimpo un sito archeologico e storico per la varietà dei suoi monumenti. Nel 1976 è stato inserito nella Rete Europea delle Riserve Biogenetiche e nel 1981 l’UNESCO l’ha inserito nella lista dei “Patrimoni dell’Umanità”.

Ci sono vari rifugi di montagna organizzati e diverse vie per fare hiking e trekking. Il solito punto di partenza per scalare l’Olimpo è la città di Litochoro, ai piedi orientali della montagna, a 100 km da Salonicco.

Il programma “MYthic paTHS” di Open Ways Events & Travel, promuove lo sviluppo del turismo lento nell’area del Monte Olimpo, ed è un programma attuato dal Comune di Salonicco. Offre diversi tour per conoscere i miti, la storia, la cultura, le tradizioni e la gente della regione.

4. Lasciati perdere tra i sentieri di Apollo a Ambeliona

Esplorando la regione di Messinia a Peloponneso
Esplorando la regione di Messinia a Peloponneso

Ambeliona è un paesino montano rappresentativo della Messinia, costruito ad anfiteatro in un ambiente naturale bellissimo e verdeggiante. Le sue case sono costruite in pietra, rispettando la tradizione locale e formando un complesso residenziale esemplare.

Le stradine lastricate, le ringhiere in legno e le acque correnti del villaggio stanno in armonia con la natura che circonda questo piccolo villaggio, la città natale del premiato regista Greco Theodoros Angelopoulos (1935-2012). Infatti, la famiglia del regista ha riformato il villaggio e formato una rete di sentieri, chiamato Apollo Trails, per chi ama le escursioni e vuole conoscere le bellezze della zona.

Se cerchi un posto ideale in Peloponneso per rallentare e ritrovare il tuo equilibrio, seguendo il flussi dell’acqua tra i castagneti e le querce, le piccole chiese e i ruscelli con i platani, Ambelonia offre diverse opzioni di slow tour.

Potresti scegliere uno dei sentieri per camminare o andare in bicicletta con i Apollo trails. Oppure se stai cercando un rifugio di montagna per goderti una vacanza in famiglia con i bambini lontano dalla folla e vicino alla natura, potresti seguire l’itinerario di Mamakita.

5. Scopri la speciale regione montana di Zagori

La regione di Zagori nella Grecia nord-occidentale fa parte del complesso montuoso di Pindo. Zagori fu un importante punto di sosta per i ricchi commercianti ottomani sulle vie della seta durante il XVII e il XVIII secolo.

Oggi, ci sono più di 46 villaggi sparsi su tutte le montagne a nord-est di Ioannina. Molti di questi villaggi bellissimi ma remoti sono monumenti nazionali che conservano la vita tradizionale del villaggio. Si tratta di una delle più speciali ma sconosciute zone della Grecia che vale la pena esplorare.

Se ti interessa passare del tempo per conoscere questa zona bucolica della Grecia, il gruppo The Slow Cyclist del ciclista Oli Broom offre tour in bicicletta e a piedi agli incantevoli villaggi di questa montagna con le sue gole, le foreste ricce, i fiumi cristallini e alcuni dei monasteri più antichi della Grecia.

La semplicità della tradizione culinaria Greca
La semplicità della tradizione culinaria Greca

Per altri opzioni di turismo lento in Grecia:

  • Su ecobnb potresti trovare alloggi sostenibili che rispettano la natura, l’economia e le comunità locali
  • Se stai pianificando un viaggio in camper in Grecia, sul sito di Campsaround, potresti trovare e prenotare campeggi, glamping e terreni privati nella zona del tuo interesse.
  • Sul sito della Fondazione Slow Food, potresti trovare la lista dell’Arca del Gusto, una lista che raccoglie dei prodotti che appartengono alla cultura, la storia e le tradizione della Grecia.
Aspasia Kakari

Aspasia Kakari

Mi chiamo Aspasia e sono Greca. Sono nata in un’isola ma ho vissuto in diversi paesi del mondo. Amo viaggiare per il piacere di viaggiare. Per conoscere culture diverse, imparare nuove cose, vedere il mondo in un modo differente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *